Esattamente dieci anni fa…

Esattamente dieci anni fa…

(dalla pagina Fb del Consorzio Pianacci)

10 anni fa al PalaCep il grande evento con Celentano, Biagio Antonacci, Beppe Grillo, Gino Paoli e Don Gallo!

Esattamente 10 anni fa…

E’ il 3 dicembre 2011, al PalaCep, tensostruttura “gioiello” del Circolo ARCI Pianacci, è in programma un evento promosso per raccogliere fondi a favore delle famiglie colpite dall’alluvione del 4 novembre, che oltre a devastare una parte della città ha causato anche 6 vittime.

C’è molta attesa al Cep, e non solo…

E’ stata preannunciata la presenza di Biagio Antonacci, Beppe Grillo, Gino Paoli e Don Gallo, ma tutta la curiosità e l’attesa…dopo anni di assenza da eventi dal vivo, è per “lui”……

ci sarà davvero Adriano Celentano o è stata una mossa pubblicitaria per richiamare gente al PalaCep???

Noi lo sappiamo, Celentano ci ha chiamati due volte in una settimana per mettere a punto alcuni dettagli, ha chiesto lui espressamente la presenza di Don Gallo (che aveva un altro impegno in agenda…), il suo servizio sicurezza ha fatto un paio di sopralluoghi al Pianacci

noi lo sappiamo, ma la gente è ancora in dubbio…

ed invece eccolo arrivare…

la sua macchina parcheggia accanto all’ingresso del PalaCep…

quando lui scende viene circondato dalla security che è costretta ad aprirsi immediatamente: c’è Don Gallo, è il primo ad accoglierlo…

non ci sono i fotografi, ma con lo smartphone si riesce ad immortalare quel momento, storico per il Cep e per il Circolo Pianacci…

3 dicembre 2011, l’arrivo di Adriano Celentano e l’incontro con Don Gallo – foto di Susanna Giorato –
(clicca per ingrandire)
(clicca per ingrandire)

Un incontro tra giganti, semplice come gli incontri la mattina tra amici, indelebile come gli appuntamenti storici…
e questo è scritto, indelebilmente, nei ricordi di chi può dire:
“quella sera, io c’ero…”

Dopo l’apertura dei “Lokomotiv” di Ivano Foglino e Roberto Ballerini, sul palco si alternano Beppe Grillo (con un improvvisatissimo e brillante “Pianacci Blues”), il giornalista Ferruccio Sansa, accompagnato da immagini sull’alluvione, poi Biagio Antonacci, Gino Paoli (accompagnato dai Lokomotiv), Don Gallo, ed infine, accolto da un’ovazione da far tremare tutto il Cep, chiamato da Beppe Grillo, sale sul palco “lui”, l’ospite più atteso…

il titolo dell’evento, “Biagio canta, Beppe parla, Adriano non si sa…”, non dava certezze sul fatto che potesse cantare…

d’altro canto non lo faceva da una quindicina d’anni…

ed invece, dopo l’immancabile, intenso monologo sull’attualità (con i complimenti a Beppe Grillo per la crescita del suo movimento), Don Gallo lo convince a cantare

prima uno scatenatissimo brano “anni ‘60”, con Beppe Grillo alla tastiera poi, in chiusura, con l’accompagnamento vocale e l’apoteosi di tutto il pubblico, “Il ragazzo della via Gluck”…

Il “Pianacci blues” di Beppe Grillo
Il rock “anni ’60” ed “Il ragazzo della Via Gluck”

tutta la serata è stata trasmessa in streaming dal blog di Beppe Grillo

decine di migliaia di visualizzazioni, messaggi di fans da Londra, da New York, da Katowice…
qualcuno scrive “uno spettacolo così manco alla tv lo vediamo“

Pochi attimi più tardi l’homepage del sito del quotidiano “Repubblica” titola: “Celentano torna a cantare in pubblico dopo 14 anni, e lo fa al PalaCep di Genova”
ecco, grazie a lui il Cep diventa “Genova”
e chi ama il Cep, uno dei quartieri più “dimenticati” della città (e per anni “il più evitato”) sa cosa possa significare…

“DoReCiakGulp”, la rubrica settimanale del Tg1 condotta da Vincenzo Mollica, inserisce nei titoli un breve video della serata…

pochi giorni più tardi Claudia Mori ci invia una mail…

“Essere stati al Cep è stato un onore e un incontro che ci ha profondamente colpito e scaldato il cuore più di mille stadi di fan scalmanati! Adriano con il suo generoso e “irregolare” modo di gestire le sue apparizioni in pubblico, da sempre ha privilegiato l’UMANITA’. Infatti, nel pieno della promozione del suo album uscito in questi giorni, ha rinunciato ad andare da Fiorello per venire al palacep. E ne è stato orgoglioso e felice. Grazie per averci invitati!”

Restiamo di stucco: sono loro a ringraziarci…

siamo noi a dover dire “grazie di cuore!”, e lo facciamo nuovamente a distanza di dieci anni…

grazie ad Adriano Celentano, Biagio Antonacci, Beppe Grillo, Gino Paoli, al compianto Don Gallo (che ci ha lasciati nel 2013), al giornalista Ferruccio Sansa, al Dr. Flavio Gaggero (il “mitico” dentista di Beppe Grillo) che ha ideato e promosso l’evento…

e grazie alle tante persone che hanno avuto un piccolo, o grande, pezzo nella realizzazione della serata…

il servizio d’ordine della Comunità di San Benedetto, guidato da Domenico Chionetti, inseparabile spalla operativa di Don Gallo…

il gruppo musicale “Lokomotiv”, che ha avuto il compito di aprire la serata…

Carlo Besana, a quei tempi Presidente del Circolo ARCI Pianacci, perso nella gioia di trovarsi con alcuni miti che stima da sempre, che ha tenuto la regia organizzativa unitamente ad Enrico Testino e Nicola Montese…

lo staff del service audio diretto da Livio Mastrogiovanni e Mario Rollandini, che con Maurizio Pigoni (chitarrista dei Lokomotiv) ha provato il brivido di accompagnare alla tastiera Adriano Celentano nell’esecuzione de “Il ragazzo della via Gluck”…

e tutti i tecnici ed i volontari che, così come gli artisti, si sono resi disponibili a titolo completamente gratuito, ed hanno contribuito al successo di una serata magica, in cui si è riusciti a…

creare un ponte di solidarietà in città, tra un quartiere periferico ed un quartiere da poco profondamente ferito da una tragedia…

avere come costruttori di questo ponte spettatori provenienti da Genova e dal resto d’Italia, e 5 grandi personaggi…

portare il Cep fuori dai confini nazionali, in diretta web…

chiudendo un cerchio magico…
come è magico, spesso, quello che si riesce a fare al Cep…

ps: se qualcuno volesse un ulteriore ricordo di come è nata la serata, può trovare il racconto con aneddoti e curiosità sul libro “Su la testa!” di Federico Traversa, che da pag. 159 dedica un intero capitolo al magico evento di dieci anni fa.

la copertina del libro “Su la testa!” ed il capitolo dedicato alla serata del 3 dicembre 2011
(clicca per ingrandire)

Il video dell’intera serata

il video dell’intera serata

La galleria fotografica – le foto di Emilio Scappini

La galleria fotografica – le foto di Susanna Giorato

Altri video

Il servizio del TgR Liguria settimanale (10 dicembre 2011) – l’audio è un po’ disallineato rispetto al video, stiamo cercando di “recuperare” l’originale
“Il cielo in una stanza”, Gino Paoli con i Lokomotiv
Il servizio del TgR Liguria del 4 dicembre 2011
La chiusura della serata al PalaCep
(clicca per ingrandire)
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.