una serata da…podio

una serata da…podio

in un’ideale “top ten contemporanea” dei miei primi 67 anni,
due gradini del podio sarebbero già tranquillamente assegnati…

Cena al ristorante.
A me e Susanna non capitava da oltre 10 mesi, settembre 2020.
Quella sera ci fece compagnia l’amico Enrico Testino, ed averlo con noi anche questa sera è stato un po’ come riprendere un discorso troppo a lungo interrotto.

Questa sera ci ha fatto compagnia un altro caro amico, Luca Corsolini, nel weekend a Genova per impegni di lavoro.

Non ci vedevamo giusto da due anni, da quel divertente pomeriggio a Vedano Olona dell’estate 2019, con tanti altri amici alla festa di compleanno di sua sorella Chiara.

Quello fu anche il giorno in cui, per l’ultima volta, ci venne offerto il privilegio di stare in compagnia di Gianni, papà di Luca, il mitico, impareggiabile “Duca di Carimate”, che ci ha lasciati pochi mesi fa…
Gianni aveva un debole per le donne con le unghie rosse…
e Susanna, con un gesto simbolico, affettuoso, che ho molto apprezzato, e che non è sfuggito a Luca, si è presentata a cena proprio come sarebbe piaciuto a Gianni, sfoggiando unghie insolitamente rosso fuoco…

Enrico e Luca sono per me due amici speciali, ed al privilegio dell’amicizia si aggiunge anche la grande stima che nutro per entrambi.

Capaci di grandi intuizioni, innovatori, di grande spessore culturale, capaci di “leggere dentro” le persone, le cose, i fatti, cogliendo aspetti che spesso sfuggono ai nostri sguardi distratti, molto attenti (non solo a parole) ai “veri valori”…

le mie molteplici esperienze di vita sono state spesso accompagnate, finora, dalla conoscenza, e talvolta dall’amicizia, di persone delle quali ho potuto apprezzare capacità e competenze non comuni, e Luca ed Enrico sono tra queste…

anzi, diciamo che in un’ideale “top ten contemporanea” dei miei primi 67 anni beh…
due gradini del podio sarebbero già tranquillamente assegnati…

in tempi ed in contesti diversi ho avuto l’opportunità di imparare molto da loro.

Ho conosciuto Luca, e la sua meravigliosa famiglia, più o meno 35 anni fa, ai tempi in cui in Brianza mi occupavo sia di basket che del Comitato per l’Unicef.

Lui era un giovane, brillante giornalista, passato poi rapidamente dalla “carta stampata” (il “Gazzettino Veneto”) alla Tv, dapprima in RAI (“Oggi sport”, con l’allora altrettanto giovane Antonella Clerici), poi Capodistria, Tele+, SkySport, Discovery Channel ed anche la comunicazione di Adidas, Bologna Calcio, Virtus Bologna Basket ed altro ancora.

Nel luglio 1993, sull’altare della chiesa di Fano, c’eravamo io ed Ettore Messina, attuale coach dell’Armani Milano ed a quei tempi della Virtus Bologna, proprio la squadra che in questi giorni ha conquistato lo scudetto sconfiggendo sonoramente in finale proprio la corazzata milanese…

che ci facevamo lì?
beh, alla nostra sinistra c’era un elegantissimo ed emozionatissimo Luca Corsolini, nel giorno delle sue nozze, per le quali aveva scelto, come testimoni proprio noi due...

con l’aggiunta di una divertentissima festa nuziale, con tanti amici e con grandi personaggi del basket di allora (su tutti Charly Recalcati, Valerio Bianchini, PierLuigi Marzorati, Alberto Bucci ed Oscar Schmidt…).

D’altro canto lo aveva promesso, sorprendendomi, al nostro primo incontro: Tu sarai il mio testimone di nozze”, e nei fatti dimostrò di non aver proferito una bizzarra boutade…

Luca è uno spirito libero, in grado di reinventarsi di continuo senza perdere di vista i sani principi che l’hanno sempre contraddistinto…

Proprio come Enrico…

ci siamo incrociati, quasi casualmente, una ventina d’anni fa, alla Scuola Quasimodo, al Cep, in occasione di un progetto in cui il Circolo Arci Pianacci (del quale avevo iniziato ad occuparmi da pochi anni, dal 1997) era coinvolto con la scuola del quartiere.

In breve tempo è diventato uno dei cardini della nostra associazione, non solo per la sua già collaudata e preziosa esperienza nell’attività da ufficio stampa ma anche, se non soprattutto, per la sua esperienza in ambito sociale (Enrico da anni è impegnato nel ponente cittadino come educatore per la Cooperativa Agorà).

E’ anche ideatore (ed organizzatore) di “Smack! Fiera del fumetto” e di altri eventi ben riusciti che si contraddistinguono per creatività e ricchezza di contenuti, tutte competenze di cui ha non poco beneficiato finora la nostra Associazione e che hanno contribuito alla mia crescita personale.

Mi ha fatto molto piacere trascorrere una serata con loro, farli incontrare, ascoltarli…

e farci immortalare da Susanna nel momento di un curioso, variegato brindisi (da sinistra: birra, Vermentino ligure e Rossese d’Albenga).

Insomma, si è capito…
per me è stata proprio una serata speciale…
da podio…

Enrico, io e Luca
(clicca per ingrandire)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.