t’è mai vist un pistolero ch’el diventa un pistola???

t’è mai vist un pistolero ch’el diventa un pistola???

 

 

E’ dura essere milanisti di questi tempi, e non solo per i risultati sul campo…(che non ci sono).

 

Così scrivevo lo scorso 8 ottobre (“A proposito di Giampaolo”):

errori, indiscutibili, della dirigenza che forse ha fatto i conti (cessioni) senza l’oste (acquirenti)…

non basta essere stati grandi giocatori (e/o apprezzati opinionisti) per essere anche bravi dirigenti…

Diciamo che non è stato difficile essere “profeti”…

La squadra è tecnicamente povera, e l’esonero di Giampaolo, sostituito da Pioli, come ampiamente prevedibile non ha sortito effetti benefici, anzi…

E’ arrivato Ibrahimovic, credo possa avere solo effetti benefici, soprattutto come stimolo ad un gruppo che a Bergamo (5-0 per l’Atalanta) ha “esibito” uno spettacolo (sul piano caratteriale, tecnico lo si sapeva…) talmente indecente da far pensare ad una puntata speciale di “Scherzi a parte”…

ma il solo arrivo di Ibra non può bastare…

Come ho scritto tre mesi fa, a mio modesto avviso la rosa del Milan è piena zeppa di giocatori ipervalutati, con ingaggi immorali in rapporto al loro “valore”…
basti pensare a Biglia, Calhanoglu, Rodriguez, Castillejo, cui aggiungerei, a malincuore, lo stesso Suso che da tempo non ne azzecca una…

In un momento della stagione in cui gli obiettivi, anche quelli minimi, sembrerebbero utopia, uno si aspetterebbe un “colpo d’ala”, tipo: pensiamo già da oggi alla prossima stagione, sfoltiamo l’albero (senza frutti) dai rami secchi e proviamo a costruire qualcosa da rifinire la prossima estate…

poi, come mi è capitato stamane, ti svegli e leggi i possibili “scoop” del mercato rossonero…

Caldara, scambiato alla pari con Bonucci che era costato 35 milioni, in prestito gratuito per 18 mesi all’Atalanta con riscatto a 15 milioni…

Kessie (che non “amo” in modo particolare ma è uno dei meno peggio del triste centrocampo rossonero) possibile scambio alla pari con Politano…giocatore sicuramente utile, caratteristiche che non si riscontrano in altri giocatori della rosa rossonera, ma non deve arrivare in cambio di uno dei meno peggio…

Piatek, costato un anno fa 35 milioni più bonus, ceduto al Tottenham per la stessa cifra…

e qui, oltre ad irritarmi, mi faccio alcune domande…

(1) Piatek è l’unica punta di ruolo, a parte il 38enne Ibrahimovic, che non credo possa avere nelle gambe 90 minuti a pieno ritmo come richiesto dal campionato italiano…e Leao, pur volonteroso, è tutto fuorché una prima punta…
cedere Piatek vuol dire rinunciare ad almeno provare, di tanto in tanto, a giocare a due punte
oppure rinunciare ad avere una punta di peso qualora Ibra si pigliasse un raffreddore…
che senso ha?

(2) se Piatek è così “scarso”, perché mai dovrebbe volerlo il Tottenham per rimediare all’infortunio di un grande attaccante come Harry Kane???
Cioè, se va bene per il Tottenham perché non dovrebbe andar bene per il Milan???

(3) Piatek fino a pochi mesi fa era un realizzatore implacabile, tanto da meritarsi il soprannome di “pistolero”…non può essersi improvvisamente imbrocchito…
come si direbbe a Milano:”t’è mai vist un pistolero ch’el diventa un pistola?”.
  Non è credibile…
…oggi è tutto il Milan (non solo lui) a segnare con il contagocce…
Vuoi vedere che, come si diceva prima, il problema sia tutto nella (scarsa) qualità del centrocampo e/o nell’assenza di un sistema di gioco che possa valorizzare al meglio il poco che c’è???

ah, saperlo

nel frattempo ci teniamo Biglia, Calhanoglu, Castillejo, Rodriguez…

ed io, nel mio piccolo, continuo a rimpiangere il “povero” Giampaolo che, non va dimenticato, non ha potuto contare, nella sua breve esperienza rossonera, su Theo Hernandez (infortunatosi in precampionato) e Bennacer (che era reduce dalla Coppa d’Africa, in cui è stato premiato come miglior giocatore), ad oggi i due acquisti più azzeccati…

così come mi rimane il rimpianto per l’ottimo (e mai “amato” dai bianconeri) Max Allegri, che riuscì a vincere uno scudetto al primo anno,  nel 2011, e l’avrebbe anche replicato l’anno successivo se quel gol di Muntari…

sembrano tempi così lontani…

ed in un certo senso lo sono…

era l’inizio di un decennio in cui il Milan è stata l’unica ed ultima squadra, che non fosse la Juventus, a vincere lo scudetto…

dai, un pizzico di orgoglio…

con buona pace dei “bauscioni” nerazzurri che non lo vincono dal 2010…

 

p.s.: poi magari, come spesso accade, gli scoop sul calciomercato si rivelano bufale, ed il Milan non vende né Piatek né Kessie, si libera di Biglia, Rodriguez, Castillejo, Calhanoglu, Suso ed acquista…ok, dai, non è ancora ripreso “Scherzi a parte”…

 

Piatek in una foto da panorama.it
(clicca per ingrandire)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.