NBAZena, esordio col botto in Serie A2!

NBAZena, esordio col botto in Serie A2!

 

13 ottobre 2013

 


Il primo referto “rosa” in Serie A2
(clicca per ingrandire)

un bell’esordio, molto meglio di quanto avremmo potuto (od osato) immaginare…
se stiamo sognando…per favore, non svegliateci!!!

 

Link all’articolo

(Federico Grasso, per “Il Corriere Mercantile”)
Al debutto in serie A2 la squadra di Pansolin piega di un punto la resistenza della Virtus Cagliari dopo un tempo supplementare
ALMO NBA, ESORDIO COL BOTTO
Vittoria sofferta ma meritata. Pansolin: «Ha vinto il nostro cuore».
Besana: «Abbiamo sette vite»
Bestagno incanta tutti Principi gioca sul velluto

L’Almo Nature Genova ha bagnato l’esordio in serie A2 con una vittoria sofferta, e forse per questo ancora più da festeggiare.
«È stata una gara che abbiamo vinto grazie al cuore – ha commentato Giovanni Pansolin, debuttante fortunato nel secondo campionato nazionale – avevamo perso, poi vinto, poi di nuovo perso e poi è finita nel momento in cui eravamo davanti. Sappiamo che abbiamo ancora tanto lavoro da fare, bisogna unire personalità diverse. Però allenarsi con i due punti in classifica è più facile».

Inizialmente tiepida la risposta del pubblico genovese, con circa duecento persone che sono accorse al PalaDonBosco per ammirare le giocate delle rosanero contro la Virtus Cagliari, squadra avvezza alla categoria e capace di gestire i ritmi dell’incontro.
Quando l’Almo Nature è riuscita a correre, però, per le sarde non c’è stato nulla da fare.
E grazie a queste accelerate, le genovesi hanno dimostrato di avere il carattere necessario per rimontare a più riprese da -9 (12-21), -8 (26-34),-6 (47-53) e -4 (60-64). Non una progressione, ma veri e propri strappi che hanno permesso alle rosanero in versione Penelope di costruire, riagganciando la Virtus, e di disfare, sprofondando a più possessi di distanza.

«Abbiamo sette vite come i gatti delle nostre maglie» esclama un euforico Carlo Besana, al settimo cielo per l’esordio in A2, per la sofferta vittoria e per l’oscar del basket che gli è stato consegnato ieri sera in terra sarda come miglior dirigente 2012/2013.
Non è il 1492, ma anche questo 12 ottobre si farà ricordare dal presidente dell’NBAZena.
Diverse le istantanee di questo imperdibile esordio: il duello del primo tempino fra le numero 4, con 8 punti di Martina Bestagno (alla fine saranno 29, un punto a minuto giocato) e 5 di Ana Ljubenovic (suo malgrado protagonista nel finale).
La tecnica di Elena Bestagno, capace come il miglior Antonio Cassano di tanto genio e qualche sregolatezza: a 22 anni sarebbe strano il contrario.
Manda a bersaglio le compagne in ogni occasione, spara a salve un inspiegabile tiro da otto metri e fa rimanere a bocca aperta tutto il palazzetto con il numero che vale da solo ben più dei 5 euro del biglietto: a poco più di un secondo dal termine impatta sul 60 pari con un canestro dal coefficiente di difficoltà elevatissimo, realizzato con dietroschiena, finta, contro finta, passo di incrocio e ciuff della retina.
La palla rubata a tre minuti dalla sirena, quando tutto sembrava perso, da Chiara Principi, capace di intercettare all’altezza di metà campo e involarsi in contropiede: per la 19 genovese 13 minuti sul parquet, tutti di qualità.
La concretezza di Sara De Scalzi, raddoppiata e triplicata fin dallo spogliatoio, capace di rispondere canestro su canestro alle attenzioni delle avversarie.
L’errore sulla sirena della slovena Ljubenovic, da sola col canestro grazie al regalo della difesa rosanero.
I cinque punti del supplementare di Elena Bindelli, che si è fatta perdonare con la tripla della staffa uno 0/8 da 2 figlio dell’emozione.

La Lanterna di Genova ha appena incominciato a illuminare la A2: se sarà capace di brillare, potrà davvero tracciare la rotta per un impronunciabile “nuovo mondo” cestistico.
Determinante per il primo referto rosa dell’Almo Nature Genova l’89% realizzato a cronometro fermo (16/18, paradossalmente con gli unici errori arrivati da due delle giocatrici più dotate tecnicamente, Sara De Scalzi ed Elena Bestagno).
Eccellente la percentuale al tiro di Martina Bestagno (71 % da 2, 33% da 3, 100% ai liberi), subito stellare la valutazione di Sara De Scalzi (+38, 22 punti realizzati con 11 tiri e ben 14 falli subiti).
Nell’altra gara della conference Nord ovest disputata alle sedici la Paddy Power S.S.Giovanni ha superato Astro Cagliari per 72-65.

 

 La prima, storica vittoria in Serie A2. Le foto di Giorgio Scarfì

Link al mio album fotografico su Fb

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.