Io, mia moglie, e… la “app” dei desideri…

Io, mia moglie, e… la “app” dei desideri…

4 febbraio 2016

IO, MIA MOGLIE, E … LA “APP” DEI DESIDERI …

Giusto per dare ogni tanto l’impressione di poter esibire pure io la “serietà” che è storicamente patrimonio maschile, con mia moglie Susanna abbandono il salutare e sereno “cazzeggio” e mi avventuro in argomenti più profondi.

Che inevitabilmente si trasformano in un vero e proprio boomerang, facendomi sentire come il povero Wile E.Coyote al cospetto di Susy-BeepBeep….

Giorni fa, con atteggiamento molto serio, esprimevo con lei la mia perplessità di fronte all’invasione sempre più massiccia della tecnologia all’interno dei rapporti di coppia.

CasaBesana_appHo preso spunto dalla notizia (a me fino a quel momento ignota) che una app particolare consente, tramite lo smartphone, di avere una mappa delle persone (ovviamente pure dotate della stessa app) con lo stesso orientamento sessuale presenti in quel momento in un determinato ambito territoriale, in modo da facilitare l’incontro occasionale in tempo pressoché reale.

Benché comoda e geniale, questa applicazione rende assolutamente meno “romantici” (ed a mio avviso meno intriganti) i percorsi di conoscenza determinati dalla casualità (o, se preferite, dal “destino” …).

Insomma, non dico di privilegiare l’estremismo di “Serendipity” (bellissimo film che ha ben illustrato l’esasperazione del concetto) però, insomma, ‘ste scorciatoie mi sembra che tolgano proprio gli ultimi frammenti di fantasia…

Fin qui con Susanna me l’ero cavata benissimo… poi, giusto per dare un tocco di mugugno in più, vado incautamente ad aggiungere….
Finirà che, pur di limitare le ‘perdite di tempo’, ci troveremo sullo smartphone una app , che magari si chiamerà ‪#‎appagaituoidesideri, con la quale le donne potranno inserire le caratteristiche del loro oggetto del desiderio, gli uomini altrettanto, e nei momenti in cui gli ormoni avranno fatto il loro lavoro sarà sufficiente attivare la app, lo smartphone individuerà una lei – o un lui – collegati in quel momento e, virtualmente, in pochi secondi ecco confezionato un bel ‘rapporto intimo’ …

Non faccio in tempo ad esprimere il mio sdegno (fa molta scena di solito…) per la terribile deriva del rapporto di coppia condizionata dagli smartphone…
ed ecco che vedo negli occhi di Susanna quella luce che non promette nulla di buono

lo sguardo assume i precisi dettagli della perfidia associata al sarcasmo… mi manca il tempo di ‘scansarmi’ ed arriva, inesorabile, la sua frecciata…

CasaBesana_wyle

Rapporto intimo?… pochi secondi?
belin, è da tempo che siamo una coppia ‘proiettata nel futuro’ e non lo sapevo…
potresti brevettarla tu la “app”…

Come Beep-Beep, Susy saluta e se ne va…
io come Wile E. Coyote rimango lì, triste come Comunardo Niccolai dopo uno dei tanti autogol che fecero disperare il suo portiere, Ricky Albertosi…

E così, con l’aiuto di un più sano cazzeggio (mi viene meglio…) provo a pensare che sì, non sarebbe male provare a registrare una nuova app….

Potrei chiamarla … ‪#‎appenafattaunafiguradim…. 

Sipario

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.