Sognare non costa nulla

Sognare non costa nulla

 

18 febbraio 2014

 

 

Franco Arturi con la maglia dell’Almo Nature NBAZena al Candido Day 2014
(clicca per ingrandire)

Ieri mattina, a Milano, presso la Sala Buzzati, si è tenuta la V^ edizione del Candido Day, promossa da Gazzetta dello Sport, RCS e Fondazione Candido Cannavò per lo Sport per ricordare lo storico direttore scomparso nel 2009.
In apertura Franco Arturi, Vice Direttore de La Gazzetta dello Sport e conduttore dell’evento, mi ha chiamato sul palco; come ha ricordato Franco Arturi, prima ancora che fosse formalizzata la “nascita” della Fondazione, la nostra società si propose alla Gazzetta dello Sport, rendendosi disponibile ad attuare azioni concrete nel solco dei valori etici dello Sport tanto cari a Candido Cannavò, e fu la prima società autorizzata ad apporre sulle proprie divise da gioco il logo della Fondazione.

Un logo ancora ben presente (come si vede dalla foto) sulle divise da gioco della formazione che sta affrontando, con notevoli risultati, la sua prima stagione in Serie A2.
Nel mio intervento ho ricordato che il 2 marzo si concluderà, con la donazione di altri ventimila pasti per i cani alluvionati della Gallura, l’iniziativa “Un assist per la Sardegna”, ideata e promossa da Almo Nature, con la collaborazione dell’NBA-Zena, di cui è main sponsor, e della Lega Basket Femminile, con il coinvolgimento di tutte le società di Serie A1, A2 e A3.
Nell’ambito di questa iniziativa, Alessandro Cannavò, figlio di Candido Cannavò e giornalista de Il Corriere della Sera, ha fatto pervenire all’NBA-Zena alcuni articoli scritti da Candido Cannavò tra il 1997 ed il 2007, in cui il direttore, dalla prima pagina de La Gazzetta dello Sport, sottolineava la barbarie dell’abbandono estivo dei cani.
Un’occasione per ricordare, tramite Facebook ed il sito del sodalizio genovese, l’impegno sociale di Candido Cannavò e, soprattutto, per farlo conoscere ai più giovani.

Nel mio intervento ho anche auspicato che avversarie del Geas, già virtualmente certo di poter raggiungere la finale playoff per la Serie A1, possano essere (con un ulteriore “miracolo”…) le nostre ragazze; da lassù sarebbero garantiti due spettatori d’eccezione: uno (Candido Cannavò) a fare il tifo per il Geas della sua “pupilla” Giulia Arturi, e l’altro (Don Andrea Gallo) a fare il tifo, con l’immancabile sigaro, per le “sue ragazze” dell’NBA-Zena….

Sognare non costa nulla e noi, come si sa, siamo “trafficanti di sogni”….

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.