Megaschermo artigianale e scaramanzia

Megaschermo artigianale e scaramanzia

1 luglio 2012

megaschermo al PalaCep per Italia Spagna

La ricetta è già stata ampiamente collaudata in passato e, visto che gli “ingredienti” sono già disponibili, non ci saranno costi ulteriori da mettere in preventivo: un videoproiettore Lcd, un’antenna, un decoder, l’impianto di amplificazione da 500 watt, due pannelli di legno bianco smaltati ed ecco servito un megaschermo da 3 metri x 4 metri per vivere la finale degli europei di calcio proprio come la vivranno migliaia di altri genovesi in piazza De Ferrari, con la comodità di poterlo fare proprio sotto casa, al Cep, per giunta, volendo, anche comodamente seduti.
Certo, c’è un pizzico di “artigianalità” in più, le attrezzature allestite in centro città sono più sofisticate ma, ed è quel che conta, le immagini saranno le stesse e la differenza di qualità potrà passare quasi inosservata…
L’invito è rivolto a tutti, l’ingresso è ovviamente gratuito e l’apertura delle pareti laterali del PalaCep consentirà di beneficiare dell’aria fresca che al Cep non manca mai, nemmeno d’estate”.
E si sottolineano anche gli aspetti scaramantici: nel 2006, in occasione della finale mondiale con la Francia, le attrezzature utilizzate furono esattamente le stesse (decoder a parte) e fu un trionfo, salutato da oltre 200 tifosi radunati al Pianacci….

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.