La strategia è la via del paradosso

La strategia è la via del paradosso

 

9 agosto 2013

 

Un vecchio arabo residente a Chicago da più o meno quarant’anni, vuole piantare delle patate nel suo giardino, ma arare la terra è diventato un lavoro troppo pesante per la sua veneranda età. 

Il suo unico figlio, Ahmed, sta studiando in Francia. 

Il vecchio manda una e-mail a suo figlio, spiegandogli il problema: “Caro Ahmed, sono molto triste perché non posso piantare patate nel mio giardino quest’anno, sono troppo vecchio per arare la terra. Se tu fossi qui tutti i miei problemi sarebbero risolti. So che tu dissoderesti la terra e scaveresti per me. Ti voglio bene. Tuo padre.

Il giorno dopo il vecchio riceve una e-mail di risposta da suo figlio: -“Caro papà, per tutto l’oro del mondo non toccare la terra del giardino! Lì è dove ho nascosto ciò che tu sai… Ti voglio bene anch’io. Ahmed.

Alle 4 del mattino seguente, a casa del vecchio arabo arrivano la polizia, gli agenti dell’FBI, della CIA, gli SWAT, i RANGERS, i MARINES, Silvester Stallone, Arnold Schwarzenegger ed i massimi esponenti del Pentagono, che rivoltano il giardino come un guanto, cercando antrace, materiale per costruire bombe o qualsiasi altra cosa pericolosa. Non avendo trovato nulla, se ne vanno con le pive nel sacco…
Lo stesso giorno l’uomo riceve una e-mail da suo figlio: “Caro papà, sicuramente la terra adesso è pronta per piantare le patate. Questo è il meglio che ho potuto fare, date le circostanze. Ti voglio bene. Ahmed. Saluti.

“La strategia è la via del paradosso.”

Sun Tsu
L’arte della guerra

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.