Il suicidio progressivo

Il suicidio progressivo

 

5 gennaio 2015

 

L’11 gennaio si sta avvicinando a grandi passi, e più si avvicina più aumenta la fibrillazione sui social network…

Beh, oddio, per essere più precisi, la fibrillazione è in costante crescita sui “profili liguri”….

e, a dire il vero, manco su tutti (e menomale)….

Per chi non lo sapesse, in quella data ci saranno le primarie… sì, sarebbero le primarie della “coalizione” ma in realtà lo vedrebbe anche Stevie Wonder, sono le primarie del PD…

Uno dice: ok, machissenefrega!

Vallo a dire ai paladini (intesi come strenui sostenitori, non come l’omonimo ex “onorevole” IDV) dell’uno o dell’altro competitor (il terzo, lo sa anche lui, non conta nulla): per loro il futuro dell’umanità passa attraverso la mannaia di questa scelta epocale, lei o lui???

Secondo i PD più ottimisti parteciperanno alle primarie al massimo 30.000 cittadini, compresi quelli che vengono indotti a prendere posizione non perché “affini” alle tematiche care alla coalizione ma perché affini a soggetti che, essendo fuori dalla coalizione, (li si può vedere orientando lo sguardo molto a destra), vogliono prenotare un posto sul carro che uscirà vincitore da questa epocale contesa.

Questi ultimi saranno i veri vincitori delle primarie perché a loro di lei o di lui freguntubo, loro sperano di essersi schierati dalla parte giusta e di passare poi a riscuotere i dividendi.

Gli unici sicuri sconfitti saranno proprio loro, i paladini scatenati sui social network: stanno scaricando veleno sull’uno o sull’altra, attribuendo all’uno o all’altra le più terribili nefandezze.

Dal 12 gennaio i perdenti dovranno sostenere, per “unità di partito”, il candidato che risulterà vincitore, quello definito fino al giorno prima come una delle più immani sciagure; i vincitori dovranno unire le loro forze con coloro che fino a 24 ore prima erano visti come i più abominevoli nemici, quasi peggio di un figlio sampdoriano in una famiglia genoana da generazioni…entrambi dovranno spiegare (ma non lo faranno) cos’è cambiato in 24 ore…

Io lo trovo molto divertente, soprattutto se penso che molti (che pure conosco personalmente) sembrano veramente convinti di essere parte viva di una battaglia epocale di grande “rinnovamento” (!!!), senza probabilmente rendersi conto di essere loro malgrado protagonisti attivi dell’ennesima pagina del paradossale, progressivo suicidio (ligure) del partito che fu…

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.