Gianni, “la sua sedia” ed il “sacro” rispetto per il socio più anziano…

Gianni, “la sua sedia” ed il “sacro” rispetto per il socio più anziano…

…lassù potrà raccontare, con nostalgia, i tempi in cui lui corteggiava Eugenia, che poi sarebbe diventata sua moglie, cantandole “tu mi fai girar, tu mi fai girar…come fossi una bambola”…

Il pomeriggio, arrivando al Pianacci, sarà impossibile dare uno sguardo alle panchine davanti al bar del Pianacci o alle sedie posizionate a cavallo del cancelletto sulla discesa verso il campo da calcetto, senza pensare a lui, a Gianni Crivellini…

per anni, finché non ha dovuto affrontare, negli ultimi mesi, alcuni problemi di salute, ogni pomeriggio, nella bella stagione, lo si poteva vedere esclusivamente lì, nei due angoli più freschi del Pianacci, in compagnia della moglie Eugenia e degli altri abituali frequentatori del nostro circolo…

in occasione dei diversi eventi, che fosse una serata danzante, un concerto reggae, un’iniziativa per i bambini o un’assemblea di quartiere, lui non faceva mai mancare la sua presenza, nonostante la necessità, negli ultimi anni, di far ricorso all’aiuto di una coppia di stampelle…

un breve tragitto in auto, dalla vicina via della Benedicta (con il poggiolo affacciato sul campo da calcetto del Pianacci) ed eccolo lì, immancabilmente presente…

era il socio più anziano del nostro circolo, lo scorso 21 maggio aveva compiuto 91 anni…

non ce l’ha fatta a superare le ultime difficoltà di salute, e stanotte ci ha lasciati…

sono già parecchi i soci o gli amici del Pianacci che ci hanno lasciati in questi ultimi anni…
ogni volta è un pezzettino della nostra storia che se ne va, ed ogni volta ci sono frammenti di questa storia che vanno ad occupare un nuovo spazio nell’hard disk dei nostri ricordi…

da oggi uno spazio particolare lo avrà anche il tenero Gianni…

lui nel frattempo avrà già raggiunto, lassù, l’Area Pianacci che sicuramente da qualche parte c’è, nell’aldilà…
e già me lo vedo discutere di politica con Antonio o dare uno sguardo, muovendosi finalmente senza l’ingombro delle stampelle, alle partite a carte degli amici che per anni gli hanno tenuto compagnia al circolo…

o a raccontare con nostalgia i tempi in cui lui corteggiava Eugenia, che poi sarebbe diventata sua moglie, cantandole “tu mi fai girar, tu mi fai girar…come fossi una bambola”
come ci raccontarono un anno fa, il giorno del suo 90^ compleanno, quando non fece mancare un salto al Pianacci dopo la festa con i parenti…

senza chiederlo espressamente, lassù gli avranno già riservato “la sua sedia”, a cavallo del cancelletto, nella zona più fresca…

perché anche nell’aldilà, pur nella dimensione infinita del tempo, valgono le regole del circolo…
compreso il rispetto, “sacro”, verso il socio più anziano…


ed anche “Lui”, il padrone di casa, se ne è già fatto una ragione…

Foto dall’Archivio Pianacci

5 maggio 2008 – “Progetto Giovani” – Gianni Crivellini e Lucio Regnoli
(clicca per ingrandire)
30 maggio 2010 – Gianni Crivellini con la moglie Eugenia ed altri amici
(clicca per ingrandire)
11 giugno 2011 – Circolo Pianacci – Gianni Crivellini con Enza, moglie dell’amico Antonio Pertichini
(clicca per ingrandire)
24 aprile 2012 – PalaCep – Gianni Crivellini (in basso a destra) al concerto reggae di Ki-Many Marley
(clicca per ingrandire)
23 dicembre 2017 – Circolo Pianacci – Gianni Crivellini al “brindisi natalizio”
(clicca per ingrandire)
9 luglio 2018 – Gianni Crivellini all’inaugurazione della “Sala Foglino”
(clicca per ingrandire)
22 gennaio 2020 – Gianni Crivellini all’Assemblea di quartiere alla “Sala Firpo”
(clicca per ingrandire)
21 maggio 2021 – Eugenia e Gianni Crivellini al Circolo Pianacci nel giorno del 90^ compleanno di Gianni
(clicca per ingrandire)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.