Le spiagge della costa orientale e meridionale di Antigua

Le spiagge della costa orientale e meridionale di Antigua

 

Antigua, le spiagge della costa orientale e meridionale
gallerie fotografiche della pagina web
“Antigua, le spiagge sono solo l’inizio…”
dalla quale sono tratti i commenti che le precedono

 

(clicca per ingrandire)

 

Le spiagge della costa orientale e meridionale di Antigua

Long bay, Half Moon beach, Galleon beach, Pigeon beach

 

Long bay

…percorriamo rapidamente l’isola prendendo la Factory Road, attraversiamo il Pares Village ed il simpatico villaggio di Willikies e poco dopo, superato il Verandah Resort, si arriva su questa enorme spiaggia di sabbia finissima, protetta da barriera corallina, con alcuni coloratissimi negozietti, bar e noleggiatori di attrezzature per sport acquatici.
E’ Long Bay, una spiaggia notoriamente molto frequentata dagli antiguani, anche perché è molto indicata per i bambini.
Ed infatti, arriveranno, in pochi minuti, una ventina di bambini, trasportati fin lì da due “viaggi” a bordo di un cassone di un camion, con l’attrezzatura per il picnic domenicale.
La spiaggia è molto ampia, e non sono di certo una ventina di bambini a farla sembrare affollata…
Come tutti i bambini del mondo si mettono a giocare con un pallone, in modo simpaticamente disordinato…il contesto è fantastico…una spiaggia soffice e bianca dolcemente bagnata da un mare dalle tonalità turchesi e blu che continuano, ogni giorno, a sorprenderci…
ma per loro, i bambini, è più importante inseguire il pallone, magari loro sognano un campo in erba sintetica, come quello che hanno a disposizione, ogni giorno, gratis, i bambini del Cep al Pianacci…
e mi vien da pensare che i bambini del Cep se lo possono solo sognare di poter giocare su un “campetto” come quello della spiaggia di Long Bay…
in modo diverso, entrambi possono considerarsi fortunati, ma non lo sanno…e forse è giusto così…

 

Half Moon beach

Dopo due tentativi andati a vuoto (entrambi per nuvoloni indesiderati) l’11 aprile siamo finalmente riusciti a vedere la famosa “Half Moon Beach”, la spiaggia dalla forma a mezza luna, una delle più decantate spiagge di Antigua.
E’ una delle spiagge oceaniche (parte orientale dell’isola), una baia molto selvaggia.
Devo confessare che pur esibendo un ottimo “colpo d’occhio”, non l’ho trovata all’altezza di Hermitage Bay (il mio gradino più alto del podio) e di alte spiagge meno reclamizzate, questione di gusti personali.

Il sole era cocente ed è occorsa tutta l’inventiva di Susanna per “costruire” uno scampolo di provvidenziale “parasole”…
Ormai manca veramente poco alla fine della vacanza…
sarebbe stato un peccato rovinare il finale con una bruciatura…

Galleon beach

…scegliamo la spiaggia di Galleon Beach, ed ancora una volta il nostro intuito sarà premiato…
la spiaggia, semi deserta con diverse imbarcazioni in rada, è contornata da diverse palme e da ricca vegetazione, che si riflette in un mare cristallino che invita allo snorkeling…
Susanna per l’ennesima volta, mostrandomi pinne e maschera, prova a vincere la mia pigrizia…
e stavolta ci riesce, il mare è proprio invitante…
ed il caso vuole che sia proprio io, dopo un’abbondante nuotata all’inseguimento non solo dei pesci ma anche di Susanna…dicevo, il caso vuole che sia proprio a notare, proprio in mezzo alla baia, un gruppo di tartarughe marine, che si lasciano ammirare senza troppi problemi mentre “pranzano”, a due tre metri di profondità, in questo paradiso…ho immediatamente richiamato l’attenzione di Susanna, che non ha resistito…
si è attaccata dolcemente al guscio della tartaruga più grande, che era ad una profondità di circa tre metri facendosi trascinare per un breve tratto…
Le abbiamo seguite per una quindicina di minuti, un’esperienza dolcemente elettrizzante…

Pigeon beach

Arrivati a Pigeon Bay, facciamo un salto al South Point Restaurant per salutare Fabio Anglani, apprezzatissimo chef ed ex giocatore di rugby allenato dal nostro amico lecchese Vinicio Pellegrino. Il South Point è un raffinatissimo locale in cui la qualità della cucina si accompagna al raffinato design, personalmente curato dal proprietario.

Pigeon Bay è’ una baia molto frequentata da imponenti barche a vela, catamarani, tutte imbarcazioni che qui possono trovare ogni supporto alle loro esigenze, e la struttura del ristorante consente alle barche di attraccare direttamente…La spiaggia presenta una caratteristica particolare: una fitta presenza di palme ed altre piante che arrivano fino a tre/quattro metri dall’acqua, uno scenario inconsueto rispetto alle grandi distese di sabbia bianca della maggior parte delle altre spiagge antiguane.
Gli alberi forniscono, in modo naturale, ampie zone d’ombra, e ne ho approfittato per una piacevole pennichella…

sotto una palma, accompagnato da un’unica, dolce musica…quella delle onde di un mare sempre trasparente…
mi piace pensare che Otis Redding abbia scritto, oltre 50 anni fa, la celeberrima “(Sittin’ on) the Dock of the bay” ispirato da un contesto simile…

I’m just gon’ sit at the dock of a bay/ Watchin’ the tide roll away, ooh

Mi siederò sulla banchina della baia/ A guardare la marea andarsene

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.