Amarcord…

Amarcord…

 

11 agosto 2015 

 

Stefano (con la felpa bianca) al Corso per DJ del 2007

Le soddisfazioni a volte arrivano così, quasi per caso….

domenica 9 agosto…

dopo l’irrinunciabile bagno serale a Vesima io e Susanna, senza prenotazione e per una serie di coincidenze, abbiamo cenato al ristorante La Castagnina Di Matteo, poco oltre Mele.

Con piacevole sorpresa il servizio ai tavoli è affidato a Stefano, cresciuto (e tuttora residente) al Cep, che non vedevo da anni.

Stefano ha 24 anni, ha già maturato un’esperienza lavorativa a Londra (due anni) ed ora è tornato a Genova.

Quando sono arrivato al Cep, a fine 1995, Stefano era un bambino; quando ho ceduto l’attività nel 2007 non era ancora maggiorenne ed ora me lo sono ritrovato adulto, impegnato a costruire al meglio il suo futuro, attraverso l’attività lavorativa. Ho molto apprezzato la qualità del suo lavoro, la descrizione minuziosa dei diversi piatti (ottimi !!!) che già di per sé fa venire un grande appetito…

temevo di essere condizionato, nelle mie valutazioni, dalla matrice “ceppista” (che tanto mi sta nel cuore) ma il dubbio è stato immediatamente fugato dal commento di altri avventori, in tavoli vicini al nostro, che hanno fatto tra di loro le mie stesse considerazioni…

Mi ha dato soddisfazione toccare con mano il percorso positivo di uno dei tanti bravi ragazzi che il Cep riesce a “produrre”, ma la soddisfazione più grande l’ho avuta qualche minuto più tardi.
Stefano si è fermato un attimo con noi e parlando della sua adolescenza ha citato come ricordo piacevole ed ancora vivo il Corso gratuito per Dj che organizzammo al Consorzio Pianacci una decina d’anni fa, citandolo anche come esperienza per lui significativa, per il suo successivo percorso personale legato alla musica.

Mi ha dato un’ulteriore dimostrazione, tangibile, dell’importanza delle diverse iniziative ideate, promosse ed organizzate al Pianacci in questi 18 anni ed un‘ulteriore conferma del raggiungimento di uno degli obiettivi che, nel 1997, c’eravamo dati: creare un ambiente in grado di aiutare le giovani generazioni a costruire frammenti importanti per la loro storia personale, che potessero entrare nel loro piacevole album dei ricordi.

Una soddisfazione che, ne sono certo, in questo caso sarà condivisa anche da Christian Kou, mitico Dj del quartiere e docente di quei due corsi.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.