Sapere…pere…per…sa…

Sapere…pere…per…sa…

 

22 gennaio 2013

 

(16 gennaio 2013)
Ruzzle sta diventando un’ossessione….
mentre dormo sogno una parola che in pochi centesimi di secondo si trasforma in un’altra, con i bonus che moltiplicano i punteggi…
saetta che diventa attesa poi si incrocia assesta che si propaga fino ad assestare e diventa rassettare e quindi assestare ed i punti si moltiplicano…
poi mi sveglio e la parola più prossima è … ron ….

(23 gennaio 2013)
Oggi il “Corriere della Sera” dedica una pagina a Ruzzle, evidente “fenomeno di massa” del momento.
Io, per parte mia , ho già sperimentato la “scimmia” che ti fa venire un gioco che trovo comunque estremamente positivo: allena la velocità della mente, i riflessi nei collegamenti “pensiero” – “mano sul display”, la conoscenza dei vocaboli della lingua italiana, stimola l’agonismo, insito nella natura umana, e così via .. .
Se poi uno ne ha voglia, va a rivedersi le parole trovate dall’avversario e può cercare il significato di quelle che non conosce , ed anche questo è estremamente positivo (tutti i termini ammessi da Ruzzle sono tratti dal database Zanichelli).
Ho messo alla prova anche la mia (presunta) abilità, disputando due round mentre camminavo tra gli scaffali dell’autogrill (uno vinto ed uno perso), nell’attesa del parcheggio a Piccapietra, ed in altre situazioni limite (così, se perdo, ho l’alibi…).

In questi ultimi giorni ho rilevato però anche un sottile, progressivo, condizionamento del mio tempo libero, che ritengo ancor più prezioso…
quindi, oggi, la grande decisione: 24 ore senza Ruzzle!!!!

Ce la farò???
se ve ne importa qualcosa, domani ve lo farò sapere…
pere… per… sa… ere… ape… resa… re… rea… are…

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.