Rolando: un pugno chiuso alzato verso il cielo…anche lassù…

Rolando: un pugno chiuso alzato verso il cielo…anche lassù…

 

 

a soli 57 anni, per un improvviso problema cardiaco, ci ha lasciati il compagno Rolando Ravera, antifascista vero…

 

C’eravamo sentiti poco meno di un mese fa…

ero al Pianacci, avevamo da poco riaperto dopo il lockdown e Rolando mi aveva chiamato per sapere se avessimo bisogno di qualcosa, che nel caso si sarebbe attivato i compagni di “Genova Antifascista”.

Non avevamo particolari necessità, in quel momento, ma mi aveva fatto piacere la sua voglia di rendersi disponibile.

Nel corso della chiacchierata, durata una decina di minuti, aveva espresso il desiderio di riuscire a venire a vivere a Ponente con Laura, la compagna con la quale da qualche tempo aveva trovato un suo nuovo, importante equilibrio…
quello degli affetti, all’interno di un percorso di vita non sempre facile…

“quando verrò a vivere dalle tue parti poi mio vedrai tutti i giorni al Pianacci, mi so arrangiare, so fare tanti lavori…
per te questo ed altro…nel ricordo del Don…”.

Eh sì, io e Rolando ci eravamo conosciuti proprio grazie alla comune frequentazione di Don Gallo e delle iniziative che con il Pianacci erano state realizzate con la Comunità di San Benedetto al Porto, e dopo la scomparsa di Don Andrea avevamo avuto comunque continuato, di tanto in tanto, a vederci ed a sentirci…

Al termine di quella telefonata ci eravamo lasciati così, con la serena felicità che si prova quando ci si imbatte in qualcuno con il quale poter condividere anche solo un frammento di impegno sociale…

non potevamo sapere, in quel momento, che sarebbe stata l’ultima volta in cui ci saremmo sentiti…

un problema cardiaco ha prematuramente interrotto, a soli 57 anni, la sua esistenza, sempre più contrassegnata, sia sui social che nella vera militanza, dall’impegno antifascista…

quando ci capiterà di raggiungerlo, lassù, non sarà difficile rintracciarlo…

basterà cercare un pugno chiuso, sempre teso verso l’alto…

 

Rolando Ravera, antifascista
(clicca per ingrandire)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.