Nene Diene, c’è sempre un “ma”…

Nene Diene, c’è sempre un “ma”…

 

24 aprile 2015

E’ l’ultimo giorno a Genova per Nene Diene, una giocatrice (ed una persona) che mi è entrata particolarmente nel cuore.
Non occorrono spiegazioni, basta leggere quello che ha scritto in questo suo ultimo post zeneize.

 

(clicca per ingrandire)

Questa è l’ultima mia notte qui in questa casa a Genova e ho mille pensieri per la testa che non mi fanno dormire.
Sono molto felice ed emozionata di ritornare a casa e riabbracciare la mia famiglia e i miei amici ma c’è sempre un Ma.
Mi sembra davvero ieri di essere arrivata qui a Genova al Don Bosco con un caldo torrido agli ordini di Manu e di vedere per la prima volta le mie compagne, il tempo è volato e questo vuol dire che anche con tutte le mille difficoltà che abbiamo avuto i periodi neri passati io in questa società ci lascio un pezzetto del mio cuore.

È stato un anno molto difficile ma che mi ha fatto ulteriormente maturare e mi ha aiutato a rafforzare il mio carattere.
E allora tengo solo il buono e ricorderò questa stagione con un particolare affetto.
Voglio ringraziare proprio tutti: Carlo Besana, un presidente tutto fare sempre presente e mai presuntuoso davvero una gran bella persona pronto sempre a farti sorridere con le sue battute.
Andrea Grandi, abbiamo discusso fatto pace discusso di nuovo poi finalmente abbiamo trovato un equilibrio e mi ha trasmesso una cosa fondamentale per questo sport, l’attenzione ai particolari.
Andrea Brovia il suo ballhandling è da manuale della pallacanestro giuro che un giorno riuscirò a fare il dienentidis, e poi è simpaticissimo.
Manuela Pietronave per quanto mi riguarda semplicemente Super.
Luca BianchiCiccio il nostro mitico Capo ultras che ci ha seguito in giro per l’Italia e nel quale ho trovato un buon amico.
Susanna Giorato le sue urla e i suoi cori non li dimenticherò facilmente,e per qualsiasi cosa era sempre lì pronta ad aiutarci.
Per ultime ma non meno importanti vorrei ringraziare le mie compagne di squadra, otto mesi sono pochi per riuscire a creare un gruppo coeso e forte che di fronte alle difficoltà riesce a ergere un muro, ma noi ci abbiamo comunque provato con determinazione ogni singolo allenamento e di questo ne sono più che convinta,ci sono campionati che finiscono e sei soddisfatta e altri che vorresti allenarti tutta l’estate per dimostrare che in realtà la tua squadra è molto di più e noi siamo molto di più.
Adesso spero di dormire perché domani mi aspetta un lungo viaggio per tornare a casa.
Grazie di vero Cuore Zena, I LOVE THIS GAME sempre per sempre!

 

(clicca per ingrandire)

Il saluto di Nene, alla partenza da Genova
Mesi fa, al suo arrivo a Genova per le visite mediche, io e Susanna la portammo a sentire il suo gruppo preferito, i Negramaro, salentini come lei.
Proprio oggi, giorno del suo rientro a Lecce, i Negramaro hanno presentato il loro nuovo singolo, “sei tu la mia città”…
Chissà se certi “segnali” sono solo casuali….

 

 

 

  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.