ed anche oggi saremo con loro, sugli spalti…

ed anche oggi saremo con loro, sugli spalti…

Monica si aggregò a campionato di serie B in corso alla Pentagono Auxilium,
e fu fondamentale per la cavalcata trionfale di quella splendida squadra…

Credo che Monica Ebner, nella mia lunga esperienza cestistica sia, tra le tante giocatrici che ho dovuto “corteggiare” (con successo), quella che mi ha costretto a farlo nel modo più complicato…

Era il 1994, non si usavano ancora gli smartphone…

la rintracciai prima a Thiene (giocava lì in A2 e la raggiunsi nel momento in cui stava facendo le valigie per trasferirsi a Livorno, con il “suo” Andrea, pure lui ottimo giocatore di basket)…

la chiamai di nuovo proprio nel momento in cui era arrivata a Livorno, a casa Giromin…
ma sarebbe poi partita per una vacanza in Sardegna…

non mi persi d’animo, la rintracciai anche lì, chiamando il “posto telefonico pubblico” di quella località che non ricordo da una cabina telefonica genovese con qualche chilo di gettoni…

il “corteggiamento” fu efficace, ed al dirigente Giancarlo Giacoma fu dato il compito di completare il lavoro, con stesura e firma di contratto a Livorno…

Monica si aggregò a campionato di serie B in corso alla Pentagono Auxilium, guidata da Cicci Assandri (scomparso poche settimane fa) e Chicco Cabassi, e fu fondamentale per la cavalcata trionfale di quella splendida squadra…

Auxilium Pentagono 1994-95
in piedi da sinistra: Barbaro, Ebner, Petrelli, Giorato, Piterà
sedute, da sinistra: Barsotti, Bottaro, Cadorin, Meligrana, Rossi

(clicca per ingrandire)

Fu l’unico anno di Monica a Genova poi costretta a scelte diverse da complicazioni di natura logistica, ma fu sufficiente a lasciare il segno…

Dieci anni più tardi io e Susanna andammo a trovarla a Livorno; nel frattempo diventata mamma di due splendidi bimbi, Chiara e Matteo.
L’anno successivo Monica ed Andrea vennero a vedere una partita in Toscana in cui era impegnata Susanna, ed Andrea mi parlò (con un pizzico di rammarico) di un giovane e bravo calciatore livornese, Giorgio Chiellini, che la Juve avrebbe portato a Torino…

2004, Monica, Chiara, io, Matteo, Andrea
(clicca per ingrandire)

Ci siamo rivisti poi il 24 aprile 2017.

Matteo aveva seguito le orme di mamma e papà, giocava nelle giovanili di Pistoia e la sua squadra avrebbe partecipato ad un torneo a Santa Margherita.
E noi non ci lasciammo sfuggire l’occasione…
sugli spalti con Monica ed Andrea, e con Chiara, nel frattempo diventata una stupenda ragazza, c’eravamo anche noi…
un incontro di piacevolissimi amarcord purtroppo senza la possibilità di andare oltre la durata della partita…

2017 – Matteo Giromin in azione al torneo di Santa Margherita
(clicca per ingrandire)
2017 – Foto di gruppo a Santa Margherita – sulla destra primo piano di Chiara
(clicca per ingrandire)
24 aprile 2017 – Monica e Susanna
(clicca per ingrandire)

ci rifaremo oggi…

Matteo, da qualche mese maggiorenne, gioca in Serie C Gold (ed Under 19), nel Don Bosco Livorno, e la sua squadra oggi giocherà a Spezia contro la Tarros.

Ed anche oggi sugli spalti, con Monica ed Andrea, ci saremo pure io e Susanna…

stavolta quello che sarà un nuovo, piacevolissimo incontro, non terminerà con il suono della sirena a fine partita…
un tavolo per 5 persone è già prenotato…


e mentre festeggeremo con Matteo (o magari ci toccherà consolarlo…) proveremo a chiamare l’amico Massimo Casazza…

quel fantastico campionato 1944-1995 non si lasciò sfuggire manco una partita, e mi diede una grossa mano, unitamente ad altre incombenze, ad organizzare i cori per quelle straordinarie giocatrici, Monica su tutte…

oggi è il suo compleanno e credo che gli potrà far piacere ricevere questo singolare “regalo”…

(clicca per ingrandire)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.