sul corpo o sui tasti di un pianoforte…mani d’artista…

sul corpo o sui tasti di un pianoforte…mani d’artista…

 

“Chi lavora con le sue mani è un lavoratore. Chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano. Chi lavora con le sue mani e la sua testa ed il suo cuore è un artista.”
(San Francesco d’Assisi)

 

Stamane, dopo una lunga insistenza di Susanna, ho affidato il mio corpo, per oltre un’ora, alle mani sapienti di un massaggiatore

Mi era già capitato, diversi anni fa, grazie ad un suo regalo di compleanno, di sottopormi ad un piacevole trattamento “total body”
in quell’occasione furono le mani di una giovane, bravissima massaggiatrice, ma i muscoli intorpiditi di un anziano ultrasessantenne, molto ultra…, non si soffermano su questi particolari…

dai muscoli del collo fino alla punta dell’alluce le mani di chi ti massaggia con competenza, uomo o donna che sia, da un lato riescono a mettere in evidenza le criticità e dall’altro riescono magicamente a farle scomparire, con un gioco di prestigio tra fasci muscolari che non sai manco di possedere…

ed alla fine, il “passaggio” tra i muscoli del polpaccio e le dita dei piedi si trasforma in un piacevole fuoco d’artificio, in grado di espellere, in un gioco scoppiettante, tutta la stanchezza accumulata da chissà quando…

un’ora di relax ulteriormente allietata dalla musica, soft…
una dolce melodia jazz, opera di altre due mani in grado di muoversi sapientemente, con la stessa abilità del massaggiatore, tra i tasti neri e bianchi di un pianoforte…  

le mani: gli stessi strumenti per due diverse, piacevolissime, magiche forme d’arte…

aveva ragione San Francesco d’Assisi…

“Chi lavora con le sue mani è un lavoratore. Chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano. Chi lavora con le sue mani e la sua testa ed il suo cuore è un artista.”
(San Francesco d’Assisi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.