Libero? Uhmm…

Libero? Uhmm…

 

21 dicembre 2015 

 

Premessa: quando si costituisce su Facebook un gruppo chiuso, chi lo amministra può, legittimamente, decidere le regole (paradossalmente: sono ammessi al gruppo solo le persone con gli occhi azzurri….e così via).
Sono però rimasto molto stupito da quanto accadutomi ieri.

Dunque, in occasione delle iniziative pubbliche che si svolgono al Consorzio Pianacci (gratuite, senza loghi pubblicitari commerciali) posto su diverse pagine (anche quelle di molti gruppi di cui faccio parte) il link agli articoli che ne danno notizia pubblicati sul web.
E’ una modalità molto semplice ed altrettanto concreta per informare sugli eventi di un territorio.

I miei post, oltre che sulla pagina “Pianacci” e sul mio profilo personale, li ho quindi sempre pubblicati anche sulle pagine dei gruppi, “Sei di Prà se…”, “Sei di Palmaro se…”, “Sei di Pegli se….”, cioè le pagine dei gruppi (cui sono iscritto) riferite ai diversi quartieri del Municipio VII Ponente, cui “appartiene” anche il Cep (lo so, non ci vorrebbe nessuno, ma bisogna farsene una ragione….).

Ieri è stato pubblicato da alcuni siti web il comunicato relativo all’iniziativa programmata per domani presso la Scuola Moro, e l’ho linkato sulle “solite” pagine.
Tutte tranne la pagina “Sei di Voltri se…”, scomparsa dal “mio” Facebook…

Un controllo fatto da mia moglie mi ha consentito di verificare che il gruppo era ancora esistente, con oltre 1000 iscritti…
evidentemente (e, per me, inspiegabilmente), c’era un problema tecnico…

La richiesta di una verifica fatta al suo amministratore, Sig. Libero Marabini, ha portato ad una “spiegazione” che mi ha lasciato di stucco.

In buona sostanza, come sostiene il Sig. Marabini, la mia iscrizione è “stata cancellata dal gruppo perché ha violato il regolamento, niente pubblicità nel gruppo ho messo una precisa postilla, nel gruppo si parla solo di Voltri altri post non inerenti al gruppo li cancello e se sono recidivi espello il membro”.
Ho fatto presente che segnalare un’iniziativa è ben diverso dal “fare pubblicità”, che il Cep fa parte dello stesso Municipio e che inoltre nessuno si è preso la briga di comunicare alcunché, diciamo che quantomeno un po’ di cortesia non guasterebbe

Niente, questa l’ultima replica: “Non voglio fare polemica, il gruppo è stato creato per parlare solo di Voltri, altri post di altre frazioni non vengono pubblicate, se lei leggeva la postilla a destra del gruppo capiva, con questo la saluto buonanotte.”.
Diciamo che la notizia poteva avere anche una valenza “voltrese”, visto che è promossa da Autoscuola Macciò, azienda che ha sede in via Buffa a Voltri, ma mi rendo conto che “noi” siamo al Cep…
Detto questo, ribadisco che il Sig. Marabini, nel “suo” gruppo, possa decidere quello che gli pare, e quindi me ne farò una ragione.

Mi sembra però paradossale che nell’era della comunicazione globale ed in un contesto tutto sommato “unitario” come quello della delegazione VII Ponente di Genova ci possano essere queste “chiusure”…

Ed è anche curioso che la pagina il cui amministratore si chiama Libero, sia in realtà quella in cui il post è meno libero…

Vabbé, meno male che, almeno sul mio profilo Facebook, sono libero di scriverlo….

(segue jingle con pausa pubblicità…😊)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.