l’effetto domino del primo amarcord e…non vedo l’ora…

l’effetto domino del primo amarcord e…non vedo l’ora…

In questa foto, con me e Susanna, ci sono mia cugina Elena e suo marito Gigi, che abitano a Garlate, vicino a Lecco.

Non ci si vede mai, fatte salve le occasioni dei ricorrenti funerali che non sono propriamente il contesto ideale per “raccontarsi” serenamente…
ci si vede tutti di sfuggita, e ci si lascia con un accorato “dobbiamo vederci”, che poi viene puntualmente travolto dalle rispettive quotidianità…

Elena e Gigi hanno deciso di trascorrere qualche giorno in Liguria, a Celle Ligure, ed il “dobbiamo vederci” ha avuto oggi il travolgente sapore dato dal piacere di rivedersi e trascorrere insieme alcune ore a Varazze…

un “bignami” delle rispettive vicende di vita e l’effetto domino del primo “amarcord” che fatalmente ne genera un altro e poi un altro ancora…

a Pasqua torneranno in Liguria e con loro ci sarà anche la mamma di Elena, la zia Rosanna, che non vediamo da parecchio tempo…

l’abbiamo sentita oggi, 84 anni che non hanno minimamente intaccato la sua caratteristica tempra, da sempre tosta e vivace…

fra un mese, c’è da scommetterci, sarà lei a governare l’effetto domino di nuovi amarcord…

sicuramente quelli dei tempi in cui spesso, la domenica, ci si ritrovava tutti a Barzanò, zii e cugini, nel fiabesco contesto della storica “villa Moizzi, con parco e castello”…

con zia Gina e zio Gino, custodi della villa seicentesca, a fare gli onori di casa, e noi piccoli a farci ammaliare dalla storica portantina, dalle strane statue a grandezza naturale ed altri cimeli barocchi, ed a consentirci di spaziare tra i viali dell’enorme parco dominato dal torrione in pietra risalente all’anno 1000…

chissà quali altri ricordi farà scattare zia Rosanna…

non vedo l’ora…

Barzanò, l’ingresso di Villa Moizzi ed il torrione in pietra
(clicca per ingrandire)
Susanna, Elena, io e Gigi – Varazze, 17 marzo 2022
(clicca per ingrandire)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.