La migliore offerta

La migliore offerta

 

29 aprile 2014 

 

Geoffrey Rush

Vivere con una donna è come partecipare ad un’asta. Non sai mai se la tua è l’offerta migliore” è una delle frasi, azzeccatissime, di un bellissimo film italiano che ho avuto modo di vedere solo in questi giorni.

“La migliore offerta” di Giuseppe Tornatore è a mio modesto avviso un mirabile esempio di eccellente prodotto del cinema italiano.

Lo si può seguire anche “senza impegno”, facendosi semplicemente prendere dalla storia, via via sempre più intricata ed intrigante, esempio di come si possa costruire pathos (leggero ma comunque tale) senza morti ammazzati ad ogni cambio di scena ma, anzi, all’interno di una trama che gronda anche sentimento.

Oppure lo si può seguire prestando attenzione al sottile equilibrio “verità-finzione” in cui tutti i protagonisti diventano rotelle di un complesso ed ambiguo ingranaggio, proprio come l’automa che viene ricostruito nel corso della vicenda.

La stessa difficoltà (vero o falso?) che anche un esperto incontra quando viene chiamato a valutare un quadro…

un bivio che si può presentare anche all’interno di un rapporto di coppia, dove, anche inconsapevolmente, ognuno potrebbe non essere quello che sembra…

(“l’amore è falsificabile?” chiede ad un certo punto uno dei protagonisti…)…. 

proprio un gran bel film…

sui titoli di coda mi sono accorto che era durato ben oltre le due ore…

ben spese …

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.