Io, mia moglie, e le “avances” notturne…

Io, mia moglie, e le “avances” notturne…

16 giugno 2015

IO, MIA MOGLIE, E LE “AVANCES” NOTTURNE…

 

Ho 61 anni e, come (penso…) la maggior parte dei miei coetanei, la mia prontezza nei “richiami” (eventuali…) dell’intimità rispetto a qualche lustro fa è paragonabile a quella di un ippopotamo ai blocchi di partenza nella finale olimpica dei 100 metri al fianco di Usain Bolt…

Niente di che, ogni stagione ha le sue sfaccettature e tutto sta a trovare i giusti equilibri ed a non farsi prendere dall’angoscia di fronte ad un’ipotetica, imperdibile, imprevista avance… basta prendersi i giusti tempi…

Facile a dirsi…
Soprattutto se si vive (e si dorme) al fianco di una moglie (Susanna) che in quanto a “falsi allarmi” è da Guinness dei primati.
Esempi? Se ne potrebbero fare a bizzeffe, anche recenti…

L’altra notte stavo dormendo in quella situazione mista tra sonno profondo e dormiveglia semi-cosciente.
CasaBesana_piedino

All’improvviso sento il piede di Susanna cercare (e trovare) il mio…

subito scatta il meccanismo d’allarme mentale: vuoi vedere che sta facendo ‘piedino’ per sondare la mia ‘disponibilità’?? Oddio, prima cosa prendere tempo ed attivare mentalmente il sistema ormonale!!!.

Prendo tempo, facendo finta di nulla… sposto leggermente il mio piede dal suo, forse penserà che è una reazione istintiva del corpo durante il sonno profondo….

Niente, dopo pochi secondi il suo piede si avvicina ancora, sempre più ‘minaccioso’…

sono già in fase avanzata di allarme ormonale quando al suo piede si aggiunge la mano, che prende il mio braccio… codice rosso!…

improvvisamente si aggiunge anche la sua voce, che inevitabilmente, data l’ora, deve essere bisbigliata, ma in quel momento di mia confusione il suo “Carlo”, sussurrato, mi sembra quasi un’invocazione piena di premesse e promesse…

il cuore inizia a battere oltre la soglia di controllo, sono quasi deciso a ‘giocarmela’ (i miei ormoni non dovrebbero tardare molto), quando il resto della frase chiarisce la situazione, aldilà di ogni ragionevole dubbio…

“Carlo, potresti girarti dall’altra parte che mi stai russando in faccia in modo insopportabile?….

Sipario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.