Io, l’intervento chirurgico e… non capita, ma se capita…

Io, l’intervento chirurgico e… non capita, ma se capita…

12 maggio 2016

IO, L’INTERVENTO CHIRURGICO E… NON CAPITA, MA SE CAPITA…

Domani, venerdì 13, ore 7.30…

Intervento di dacriocistorinostomia mediante etmoidectomia anteriore bilaterale e settoplastica di accesso al sacco lacrimale di destra in video endoscopia….

Già la descrizione tecnica dell’intervento chirurgico è un po’ inquietante….
aggiungiamoci anche le notizie che ci raggiungono ogni giorno e ci fanno sapere che il tal intervento chirurgico (una formalità, ormai non presenta rischi…) si è concluso con il decesso (immediato o leggermente differito) del paziente…

aggiungiamoci anche che domani è venerdì 13, che per molti “porta bene” e per molti altri esattamente il contrario ….

ed è anche il giorno in cui, alle 7.30, mi dovrò sottoporre all’intervento chirurgico sopra descritto, che in buona sostanza può essere così sintetizzato: sistemazione del setto nasale destro poi, sia a destra che a sinistra, attraverso le narici, si va a sfrucugliare i dotti lacrimali, entrambi tappati (sono quelli che raccolgono le lacrime e che, nel mio caso, si rifiutano di farlo, quindi sembra che io pianga spesso…)

CasaBesana_doctorTutti dicono, e statisticamente è così, che è un intervento semplice, senza particolari rischi, nonostante la durata (90 minuti circa)…

però, come si dice, non capita … ma se capita…

Ecco, se capita, mia moglie Susanna ha già avuto da me le istruzioni necessarie: l’ultimo saluto deve essere molto allegro, una sorta di festa…

già festeggeranno quelli (molti) cui sto antipatico, quindi mi sembra giusto che possano e debbano festeggiare molto di più gli Amici, i parenti, le persone con cui ho condiviso momenti piacevolmente sereni o divertenti…

ingresso vietato quindi a… Susanna ha già un bell’elenco

come location non mi dispiacerebbe (con la necessaria deroga da parte del Comune, confido sulla disponibilità del Sindaco…) il PalaCep, con musica di sottofondo ed una funzione religiosa molto semplice…

non possono mancare “Tutti frutti”, magari all’inizio, “Where have all the flowers gone”, durante la festa, e “La canzone della Pianacci” (quella cantata da me medesimo con il finale “parlato” di Vito Carlucci) per la chiusura…

nel mezzo lascio libera scelta a Susanna…

poi, giusto per evitare il camposanto… la soluzione ormai sempre più frequente, la cremazione, che comprenda (obbligatoriamente!) le mie carte di credito, giusto per uno “sberleffo” simpatico a Susanna (le mie MasterCarl me le porto con me! …) .

Infine un po’ di “distribuzione di me” che Susanna dovrà fare con molta discrezione, essendo (mi pare) proibita…

un pizzico (giusto una bustina) sulla collinetta davanti al palazzetto di Costamasnaga (le prime gioie)..

un’altra a Cucciago, accanto al Pianella (le innumerevoli gioie del basket canturino che fu…)

un’altra ancora al PalAuxilium (le prime gioie cestistiche genovesi, metà anni ’90), sul lucernario, che da lì si vedono anche le partite delle nostre giovanili…

un’ultima sul terrazzo del PalaDonBosco (la Serie A2…), che siccome non è perfettamente impermeabile alle prime piogge mi porterà direttamente in tribuna…

poi un altro pizzico sulla collinetta davanti al Circolo Pianacci, da lì si vede il mare, ci sono i bambini che giocano e si può dare un occhio anche al Circolo….

Infine un ultimo pizzico alle Canarie che, vabbè, sarà per un’altra vita….

Il resto conservato in un contenitore a forma di pallone da basket, avendo cura di non farlo rimbalzare troppo …

Ovviamente, cazzeggiare su questi argomenti si dice che allunghi la vita…
e ci conto …

ma se capita… non capita, ma se capita… 

Sipario.

2 comments on “Io, l’intervento chirurgico e… non capita, ma se capita…

  1. Un po x il mio orto ?? Ahahah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.