Io, Facebook e/o… “Vita in diretta”???

Io, Facebook e/o… “Vita in diretta”???

18 marzo 2015

IO, FACEBOOK E/O… “VITA IN DIRETTA” ????

 

(commento semiserio con cazzeggio finale)

Manuel Beck è un giornalista lombardo, un’antologia vivente di basket femminile, moderatore di uno dei forum più seguiti dagli appassionati di basket (basketcafè) con il nickname Meursault.

I suoi interventi possono essere o meno condivisibili (per quel che mi riguarda il più delle volte assolutamente condivisibili), ma di certo non sono mai banali, sempre stimolanti e, aldilà del contesto cestistico, anche “ben scritti”.

Manuel, presente anche su Facebook, ieri mattina, attorno alle 11, sul forum, in uno dei suoi commenti, ha postato questa frase: “Il mondo di Facebook segue con apprensione l’andamento delle coliche del presidente Besana, che ci tiene generosamente informati sull’evolversi.

Proprio in considerazione della stima che nutro per Manuel devo dire che, lì per lì, mi sono posto quasi un problema di coscienza: sarà giusto “aprirsi” così tanto su Facebook? Quale limite dobbiamo porci nelle “confessioni” su una piattaforma pubblica?

Il dilemma (almeno per me) si è sciolto nelle ore immediatamente successive: alle 12 la TAC ha delineato l’urgenza di un intervento, confermato alle 14 dall’urologo, che ha fissato l’intervento alle 18.00… una successione rapidissima, assolutamente imprevista ed imprevedibile….

Non so a voi, a me l’idea di un oggetto estraneo (ancorché tecnologicamente avanzato e collaudato) che entra nelle tue viscere per frantumare una pietruzza di 1 cm di diametro qualche angoscia me la mette…

Aver trascorso il periodo dalle 14 alle 18 con la lettura di molti messaggi di incoraggiamento, con le testimonianze (e rassicurazioni) di chi già era passato (direttamente o indirettamente) da questo tipo di esperienza, mi ha sicuramente aiutato a non farmi prendere dall’ansia e sono arrivato in sala operatoria con una tranquillità che non ho nemmeno quando Susanna mi fa un’iniezione, facendo letteralmente “volare” le 4 ore …

CasaBesana_socialHo avuto l’impressione, per me piacevole, che Facebook fosse diventato, improvvisamente, una sorta di cortile virtuale, in sostituzione dei sani “cortili di una volta”, quando, tra vicini di casa, ci si conosceva tutti e si condividevano gioie, dolori, pareri su ogni cosa …

Ogni commento, ogni incoraggiamento, anche ogni “cazzeggio” sono, inoppugnabilmente, frammenti di tempo che gli altri ti stanno dedicando, e questo ha (per me) un valore immenso, un apprezzamento che vale ovviamente anche per chi, conoscendoti in modo più diretto, ti telefona o ti manda sms e così via….

E quindi non posso che ringraziare, nuovamente, tutti quanti…

Non voglio però essere troppo “serioso”, e quindi chiudo con un’aneddoto-cazzeggio odierno

A metà pomeriggio viene in camera il medico per le procedure di dimissione, e, mentre Susanna si appresta a preparare la borsa, mi consegna il cd con le immagini dell’intervento, commentandone alcune fasi; ad un certo punto, facendo riferimento esclusivamente al mio calcolo, sottolinea, quasi con compiacimento “Assolutamente molto grosso e duro”…

A Susanna, per quanto distratta dalla preparazione della borsa, questa frase finale non sfugge per niente… lo capisco dal suo sguardo, a metà tra lo stupito ed il sognante …

non ho avuto il coraggio di deluderla, non le ho ancora detto che il medico si riferiva esclusivamente al calcolo….

Forse si illude che, già che c’erano, li abbia indotti ad un benefico supplemento di chirurgia protesica…
Fra poco anche lei leggerà questo post …

Ecco, il “cortile di Facebook”, a volte può anche essere crudele… e demolire l’improvviso sogno di una donna di mezza età….

Sipario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.