Fiorello, Sanremo, Clubhouse…vuoi vedere che…

Fiorello, Sanremo, Clubhouse…vuoi vedere che…

 

 

 

cosa si sarà inventato Fiorello per sopperire alla mancanza di pubblico in sala al Festival di Sanremo?
io un’idea me la sono fatta…vuoi vedere che…

 

 

Chi mi conosce sa quanto io sia inossidabilmente affezionato al Festival di Sanremo, che seguo da quando ero all’asilo, ed esercita sempre, su di me, un fascino ineguagliabile…

e quando si avvicina la data dell’evento mi si riaccendono tutti, o quasi, i microchips della memoria, e mi si attivano quelli deputati ad immagazzinare nuovi protagonisti,  nuove canzoni, anche quelle che dopo pochi giorni saranno assolutamente “dimenticabili”, e trattate come tali…

aggiungiamo pure che adoro Fiorello, one man show che sarebbe in grado di intrattenere il pubblico per ore anche solo leggendo l’elenco telefonico…

già, il pubblico…

quest’anno non ci sarà pubblico in sala e sicuramente per chi, come Fiorello, fa intrattenimento comico misurandolo anche sulla “temperatura” del pubblico in sala, non sarà sicuramente facile esprimersi al meglio…

ammenochè…

Amadeus e Fiorello dapprima erano sembrati poco inclini ad accettare la conduzione di un Festival che non potesse contare sul pubblico in sala…
poi, una volta messa la pietra tombale su ipotesi diverse, hanno dato la loro disponibilità, ed Amadeus ha sottolineato: “Fiorello si inventerà qualcosa”…

e potrebbe anche essersi trattato di una dichiarazione diplomatica, di quelle che non si negano mai…

però Fiorello è Fiorello (esattamente come Sanremo) ed era (è) impensabile che non tiri fuori qualcosa dal cilindro…

e così, tanto per giocare, voglio provare ad indovinare…

qualche giorno fa ho letto che Fiorello, con la consueta, intelligente curiosità per tutto quanto sia nuovo, sta dedicando grande attenzione al nuovo social media, “Clubhouse”, basato esclusivamente sull’audio.

“Clubhouse” è suddiviso in “stanze” (un po’ come le stanze di Facebook) ciascuna con un determinato argomento e con dei partecipanti.
Una sorta di tavola rotonda a tema: chi è iscritto può partecipare a quelle attive, a quelle pianificate, oppure può aprire la sua sperando che altri iscritti siano interessati a partecipare o ascoltare.

E qui mi si accende una lampadina…

Quando si sono disputati i playoff NBA nella “bolla” di Orlando, il pubblico era rappresentato da alcune decine di tifosi collegati in video, con la possibilità di mostrare entusiasmo o delusione, ma ovviamente senza la possibilità di intervenire in audio.

Ora, immaginiamo (ma è solo una mia fantasia) che Fiorello, grazie alla sua popolarità, possa ogni sera aprire una stanza su Clubhouse con diverse decine di partecipanti, e che gli stessi possano essere amplificati “live”, ovviamente solo audio, in sala, durante i suoi interventi o monologhi.

Fiorello si ritroverebbe punto in bianco con un pubblico “vivo”, in sala, in grado di interagire con le sue battute, restituendogli la “temperatura” necessaria ad ogni spettacolo live, in particolare agli intrattenimenti comici…

ripeto, è un gioco…

martedì sarò lì, come sempre, davanti alla tv…
con un motivo di curiosità in più…

vuoi vedere che…

 

(clicca per ingrandire)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.