…una favola moderna ai confini (?) della realtà…

…una favola moderna ai confini (?) della realtà…


le favole, per definizione, hanno scopo didattico e racchiudono un significato morale…qui il termine “morale” sembrerebbe quantomeno inappropriato…

C’era una volta (e c’è ancora…) un’importante Città del Nord Ovest.

La Città doveva garantire un essenziale servizio ai suoi cittadini, ed il servizio venne affidato ad un’apposita società partecipata.

Per avere la certezza che il servizio fosse svolto al meglio ed adeguato alle esigenze dei suoi Cittadini, la Città pensò di avvalersi di un “controllore”, affidando il compito, così delicato, ad una “appendice” sindacale, in qualche modo legata, per sua natura, alla società partecipata.

Il Controllore, per molti anni, ritenne sufficiente, per assolvere il suo compito, fare un paio di controlli all’anno, concordando ogni volta con il Controllato data, orario e modalità del controllo…

Il Controllato risultò quindi, ogni anno, assolutamente inappuntabile, promosso a pieni voti

questi giudizi positivi divennero anche un prezioso strumento per determinare, come da contratto, benefit importanti per un partner così giudizioso come il Controllato…

e la Città continuò a non capire le proteste dei suoi Cittadini, così ingrati da avere il coraggio di lamentarsi, continuamente, del servizio offerto da un partner così impeccabile…

Non so quale fosse la Città, chi fosse il Controllore e men che meno il Controllato…

So che esistono, proprio in quel limbo ai confini della realtà in cui si trovano, spesso, le Civiche Amministrazioni

un limbo in cui queste dinamiche sembrerebbero molto diffuse…
ciò non toglie che siano riprovevoli, inaccettabili

io, per quel che mi riguarda, non le accetto proprio…
per dirla tutta, le…rifiuto…😉

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.