Chissà, ci fosse ancora lui…

Chissà, ci fosse ancora lui…

9 dicembre 2015

 

Quattro mesi fa ho lasciato la presidenza dell’NBA-Zena, fra alcuni giorni, entro la fine del mese, lascerò anche la presidenza del Pianacci.
Resterò, al momento, nel Consiglio Direttivo ma la decisione è definitiva.

E’ un incarico che risale al 1997, ed è stato rinnovato con le cadenze dettate, ogni tre anni, dalle elezioni previste dallo statuto dell’Associazione…
altre volte avevo “deciso” che sarebbe stata l’ultima salvo poi “farmi convincere”…
nell’agosto 2012 lasciai la presidenza, che venne assunta da Lucio Regnoli che però, dopo tre mesi, un po’ intimorito dal carico di responsabilità, mi chiese di ripensarci, e così ripresi “il mio posto”…

Sono passati oltre 18 anni dal primo incarico, quindi potrei dire di aver “accompagnato” il Circolo Pianacci (inaugurato l’8 marzo del 1997) fino alla maggiore età…

Il Circolo Pianacci gestisce (senza contributi pubblici) oltre 13.000 mq di “verde attrezzato” di proprietà del Comune di Genova e mi è quindi sembrato giusto comunicare preventivamente e personalmente al nostro Sindaco il cambiamento che sarà ufficialmente deliberato nel corso del prossimo Consiglio Direttivo.
In questi 18 anni ho avuto modo di relazionarmi con 4 Sindaci (Adriano Sansa, Giuseppe Pericu, Marta Vincenzi e Marco Doria)…

con Adriano Sansa e Marco Doria (le cui situazioni da “primo cittadino” hanno, a mio modesto avviso, parecchi punti in comune) ho percepito un particolare feeling personale, oserei dire quasi un rapporto confidenziale;

Giuseppe Pericu inizialmente mi incuteva un po’ di soggezione, svanita dopo il primo incontro, molto cordiale, nel suo ufficio e, soprattutto, dopo un incontro “non ufficiale” con i rappresentanti del Centro Culturale Islamico (presente anche Hamza Piccardo) per il quale fu scelta una “sede neutra”, cioè il retro della mia farmacia, con il te delle 5 preparato da mia moglie… ;

Marta Vincenzi invece, almeno per quello che riguarda la mia esperienza personale, ha rappresentato una grossa delusione, forse perché avevo riposto troppa fiducia nei suoi “programmi” preelettorali, in cui erano state messe al centro le periferie….
ma ci sta, 3 su 4 anche nel basket è un’ottima percentuale…..

Il primo incontro al Cep con Don Gallo (2009)

Mentre stavo scrivendo queste poche righe, mi stavo domandando perché le stessi scrivendo proprio ora…
Forse una spiegazione c’è…

ieri si è celebrato il 45^ anniversario della Comunità San Benedetto al Porto, fondata dal compianto amico Don Andrea Gallo, ed ho rivisto molti amici che continuano a rendere viva la creatura di Don Andrea….

e se qualcuno dovesse chiedermi chi, in questi 18 anni di Pianacci, ha maggiormente “segnato” la mia esperienza non avrei alcun dubbio, e con tutto il rispetto dovuto a tutti gli altri, nell’indicare proprio Don Andrea. Un percorso comune che, partendo dal Cep, è poi sfociato anche nel basket, sport che aveva personalmente seguito, da salesiano, negli anni ’60…

una sorta di magico trait d’union tra le mie due più grandi passioni ed il privilegio di un rapporto molto intenso, di amicizia e stima….
basterebbe anche “solo” questo a farmi considerare eccezionale un’esperienza che, in questi 18 anni, è stata contrassegnata da grandissime soddisfazioni ma anche da cocenti delusioni…

chissà, ci fosse ancora lui magari proverebbe a mandarmi in direzione… ostinata e contraria…

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.