Carol

Carol

 

12 gennaio 2016 

 

Al cinema, oggi, giorno feriale, alle 17… (forse non mi era mai capitato in passato…).

La sala tutta per noi (12 presenze in tutto) e, dopo esserci gustati al cinema “Il ponte delle spie” ed a casa “The imagination game”, ecco (non c’è due senza tre…) un altro bellissimo film con una stupenda protagonista, Cate Blanchett.

Mi era già piaciuta un sacco in Blue Jasmine (di Woody Allen), ma in “Carol” si è ampiamente superata…

Merito, penso, anche del regista, che ha saputo sviluppare in modo raffinato la storia (un difficile amore tra due donne negli USA degli anni ’50) poggiandosi molto sulla delicatezza (o l’intensità) degli sguardi più che sulla (probabile) complessità dei dialoghi, che probabilmente non sarebbe stata altrettanto efficace nel portare lo spettatore “dentro” la storia stessa…

Per i miei personalissimi gusti, le (diverse) inquadrature dietro vetri, ora leggermente appannati ora tempestati da gocce di pioggia, testimonia ulteriormente l’alone di delicatezza (e raffinatezza) che il regista ha voluto infondere a piene mani in questo bellissimo film.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.