Aspettando Sanremo – Quella volta che il Cep salì sul palco dell’Ariston…

Aspettando Sanremo – Quella volta che il Cep salì sul palco dell’Ariston…

 

 

era il 2 febbraio 1984. prima serata della 34^ edizione del Festival di Sanremo… 

 

Si avvicina il Festival di Sanremo, uno degli appuntamenti da molti anni per me “imperdibili”

il mio divano lo sa, ed è già rassegnato ad accogliere il peso del mio corpo per ore ed ore, ogni sera, fino alla proclamazione del vincitore…

non è solo passione per la musica, che non sempre, in termini di qualità, ha presentato a Sanremo il suo meglio…

quello che mi affascina, da sempre, è la “liturgia” dell’evento, che sembra sospeso nel tempo, immutabile, come la Messa cantata la notte di Natale

come la Messa,  nei decenni Sanremo ha subito profondi mutamenti…
eppure…
eppure , come tutti i miti, il cambiamento non lo si coglie…
il mito appare sempre uguale alla sua immagine più bella, al suo ricordo migliore…
anche quando, come fa pochi giorni, raggiungerà il suo 70^ compleanno…

quando si avvicina il Festival, e Susanna lo può testimoniare, scatta nella mia memoria una sorta di microchip che mi fa ricordare nei dettagli protagonisti, canzoni, autori dei brani, vincitori, aneddoti, soprattutto riferiti agli anni compresi tra il 1961 (primo Festival visto in casa con la Tv acquistata l’anno prima per seguire le Olimpiadi di Roma) fino ai primi anni ’70…

un recupero della memoria che, per uno strano meccanismo naturale, andrà ad affievolirsi dalla settimana successiva alla serata finale fino alla settimana che precederà l’edizione successiva…

da quando mi sono trasferito a Genova, ed in particolare dal 1995, anno in cui la mia vita si è legata al Cep, c’è un aneddoto che mi piace, di tanto in tanto, ricordare, che lega in qualche modo il quartiere all’edizione del 1984

un episodio che, in un’intervista rilasciata al settimanale “Gente” nel 2009, Pippo Baudo, conduttore di quell’edizione, ricorderà come “il momento più bello dei miei 50 anni di carriera”…

quell’anno, a Genova, c’era molto fermento per l’annunciata chiusura dello stabilimento “Oscar Sinigaglia”.
Da Genova 2000 manifestanti (sette pullman, tre vagoni speciali del treno Genova-Ventimiglia, molte auto private) arrivarono a Sanremo, davanti al Teatro Ariston, per una grande manifestazione di protesta.

Pippo Baudo decise di dare spazio alla protesta in diretta, il 2 febbraio, primo giorno del Festival.

Secondo gli accordi avrebbe dovuto limitarsi a leggere un comunicato di trenta righe, concordato con l’assemblea dei lavoratori, ma fuori e dentro l’Ariston c’era molta tensione  e Pippo Baudo decise, in autonomia, di accompagnare sul palco una delegazione di sei operai dell’Italsider, invitandoli a leggere il loro comunicato, che si concluse con un rispettoso “Vi ringraziamo per l’ospitalità, e vi chiediamo scusa per il disturbo”.

Il pubblico dell’Ariston apprezzò e salutò conduttore e delegazione operaia con un applauso di norma riservato alle star internazionali ospitate dalla kermesse canora.

Qualcuno si chiederà:”Ok, ma cosa c’entra il Cep?”

Beh, la foto che ha immortalato quel momento, testimonia inequivocabilmente la presenza di Franco Maggi (quinto da destra) ed  Aldo Lops (secondo da destra).

Franco Maggi, mancato nel 2014, è stato per molti anni Presidente della Circoscrizione VII Ponente del Comune di Genova, una sorta di “Sindaco del Ponente”, che ha voluto molto bene al Cep e non ha fatto mai mancare il suo sostegno al Circolo Pianacci, negli anni in cui la nostra Associazione muoveva i suoi primi incerti passi…

Aldo Lops vive ancora al Cep, in un palazzo che si affaccia sulla piazza in cui ha sede la farmacia che ho gestito fino al 2007.
Suo figlio Cristian ha sposato Valentina, figlia del nostro socio storico Antonio Pertichini.
Ho visto crescere al Pianacci il loro primo figlio, Simone, ed ora tocca al loro secondo figlio, Luca

insomma, conosco bene Aldo Lops, e non mi stupì la confidenza che mi fece Franco Maggi su quella storica serata sul palco dell’Ariston…

Aldo Lops venne fatto salire sul palco all’ultimo momento.
Era incaricato del servizio d’ordine all’esterno del Teatro Ariston, ma si stava “agitando” troppo…
per costringerlo a stare più tranquillo decisero di portarlo sul palco, con gli altri cinque…
e lui fu impeccabile…

that’s Cep, folks…

P.S.: quell’anno non c’era l’orchestra…cantarono tutti in playback…
vinsero Al Bano e Romina con “Ci sarà”, con Toto Cutugno come al solito secondo…
nella sezione “Nuove proposte” vinse Eros Ramazzotti con “Terra promessa”… 
nella seconda serata, in qualità di ospiti, si esibirono (presentati da Beppe Grillo) addirittura i “Queen”, infastiditi (e lo fecero notare…) dal fatto di dover eseguire “Radio GaGa” in playback…

sì, fu proprio un’edizione storica…

 

Aldo Lops e Franco Maggi, secondo e quinto da destra
(clicca per ingrandire)

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.