“Ariaferma”, un gran bel film italiano

“Ariaferma”, un gran bel film italiano

l’umanità crea in qualche modo un punto di fusione in cui le divisioni,
pur con le inevitabili tensioni, diventano meno rigide.

un bel film, da gustare dal primo fotogramma fino ai titoli di coda…
soprattutto se, come in questo caso, è un film italiano con straordinari attori italiani

in un carcere destinato alla chiusura, tutti i detenuti vengono trasferiti…
tutti tranne una dozzina, per un intoppo burocratico che costringe anche l’ispettore di Polizia Penitenziaria ed un gruppo di agenti a rivedere i loro programmi…

i servizi sono ridotti al minimo essenziale ma, come ripete ogni giorno l’ispettore ai detenuti, “l’ordine di trasferimento può arrivare in qualunque momento, anche domani”…

la situazione di incertezza aumenta progressivamente le tensioni, in cui le divisioni gerarchiche vengono messe a dura prova.
L’arrivo del tredicesimo detenuto e le dinamiche che lo coinvolgono introducono un elemento inatteso, l’umanità, che crea in qualche modo un punto di fusione in cui le divisioni, pur con le inevitabili tensioni, diventano meno rigide.

Le celle, per necessità contingente, sono tutte disposte a cerchio attorno ad una sorta di “piazza centrale”, quasi a voler rappresentare il carcere come un’unica comunità, un unico mondo che con le sue criticità e tensioni coinvolge tutti, carcerati ed agenti…

una sorta di paradigma per illustrare la quotidianità in cui tutti noi siamo chiamati ad affrontare criticità caratterizzate da paure, divisioni, gerarchie spesso espresse con modalità che ci risultano difficili da sopportare o addirittura incomprensibili…

che spesso nell’umanità, nella condivisione inattesa, nella comprensione comune trovano la migliore, forse unica, possibile soluzione…

Un’interpretazione semplicemente straordinaria dei due principali protagonisti, Toni Servillo e Silvio Orlando, talmente consapevoli della loro bravura da non “mettersi in gara”, mai sopra le righe…

Sì, “Ariaferma” è un gran bel film.

(clicca per ingrandire)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.