Al peggio non c’è mai fine…

Al peggio non c’è mai fine…

 

4 dicembre 2012

 

quando si dice, al peggio non c’è mai fine…

stamane audizione del Consorzio Pianacci in conferenza capigruppo del Comune.

C’è in ballo una questione spinosa, sulla quale il Municipio VII Ponente si è messo di traverso, e dalla quale dipende il futuro non solo della nostra associazione ma anche quello degli spazi che in questi 15 anni hanno rappresentato non poco per il quartiere.

Non chiediamo favori, abbiamo semplicemente chiesto di essere ascoltati e di verificare le nostre documentazioni.
Capigruppo tutti molto attenti, interventi tutti in linea (anche da parte dei rappresentanti del centro destra) con il nostro pensiero: il Pianacci non è equiparabile ad un’entità sportiva, né per storia pregressa né per tipologia attuale di attività. 

Dicevo, molto attenti tutti i capigruppo tranne due: il capogruppo IDV ed il capogruppo PD.
Per un semplice motivo: non si sono manco presentati. 

A dire il vero Anzalone, capogruppo IDV, è uscito quando siamo entrati noi ed è rientrato quando noi siamo usciti, ma si sa, se l’eleganza non ti appartiene non puoi inventartela il 4 dicembre 2012 così, all’improvviso….
ma qui potevamo anche aspettarcelo: l’ex leader IDV Paladini ha in corso con me una causa penale, e ci può stare un po’ di disattenzione nei confronti dell’associazione di cui sono presidente… anche se un po’ di attenzione verso i cittadini di quel quartiere prescinde dai rapporti tra persone… ripeto, probabilmente è questione di stile…

Il PD invece ha scelto uno stile ben preciso, purtroppo il suo, quello dell’arroganza istituzionale…
abbiamo osato essere “difesi” in Municipio dal Movimento 5 Stelle, l’unico che ha osato chiedere lumi… quindi perché perdere tempo in conferenza capigruppo con noi???… 
Simone Farello non si è presentato, il suo sostituto se ne è andato dopo un paio di minuti….

bene, ora sappiamo che dobbiamo guardarci soprattutto dagli “amici”, dai “nemici” riusciamo a farlo bene anche da soli…
sarà un piacere informare, in modo capillare, la gente del quartiere, di quanto “interesse” mostri nei suoi confronti chi da anni bussa (ed ottiene) voti in virtù di una storia che ormai è appunto solo tale…

io non so come andrà a finire, ma mi è rimasta scolpita la frase del capogruppo Antonio Bruno: “se non c’è in atto un complotto politico a danno del Pianacci, la questione diventa ancora più inspiegabile…

appunto….

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.