Il pomeriggio speciale di Matteo Zappia

Il pomeriggio speciale di Matteo Zappia

 

19 aprile 2011

 

Matteo con Kucka
(clicca per ingrandire)

Matteo Zappia aveva partecipato, assieme ad altri 270 studenti, al concorso “Candidamente, fatemi capire…lo Sport”, promosso durante l’anno scolastico 2009/2010 dalla società di basket NBA New Basket A-Zena unitamente a “La Gazzetta dello Sport” e “Il Secolo XIX”ed inserito tra le prime iniziative nazionali della Fondazione Cannavò.

Il concorso , nel ricordo di Candido Cannavò, compianto direttore della rosea, ed attraverso la lettura di alcuni suoi articoli, chiedeva agli studenti una riflessione scritta sui valori etici dello Sport ed il lavoro di Mattia era stato premiato, unitamente ad altri tre studenti, nel corso della serata di gala di Stelle nello Sport.

Ai premiati venne chiesto, come premio “speciale”, di scegliere con quale squadra, tra Genoa e Sampdoria, avrebbero desiderato trascorrere un pomeriggio “ravvicinato”, al campo di allenamento.
E Mattia aveva scelto la sua squadra del cuore , il Genoa.
L’attesa è stata lunga ma è stata ampiamente ripagata.

Una giornata di sole quasi estivo, la cordialità, squisita, di Dino Storace, Responsabile Comunicazione del Genoa, la visita guidata all’intera struttura, e, colpo di fortuna, la presenza del presidente Preziosi che non solo si lascia fotografare con l’emozionatissimo Matteo, ma dà anche l’ok per un permesso speciale: raggiungere i giocatori e farsi immortalare con loro nella parte più “sacra”, ed inviolabile, di qualunque team, lo spogliatoio.

Poi, sullo stupendo manto erboso del Signorini, un’altra foto con il Presidente ed una con l’intera squadra, immortalati dalla fotocamera del fotografo ufficiale del Genoa.
L’allenamento, vissuto a bordo campo, scorre quasi veloce, ed alla fine un’altra graditissima sorpresa: sul sito web del Genoa ci sono già le foto con il Presidente e con la squadra, ed un comunicato ufficiale della società.

Matteo quasi non crede ai suoi occhi; avrà molte cose da raccontare sia ai compagni di lavoro che ai compagni di scuola.
Sì, perché Matteo, nel frattempo, perso un anno scolastico, non si è perso d’animo, e raddoppia i suoi sforzi.

Vuole recuperare e alla scuola serale aggiunge anche il lavoro da panettiere, con sveglia al mattino alle 4.30…
quando si sbaglia si deve cercare di rimediare; Matteo l’aveva già fatto capire con il suo elaborato premiato al concorso.
Lì aveva descritto un’esperienza negativa su un campo da calcio, con conseguente squalifica, ma con la capacità di riconoscere gli errori, fare ammenda, e provare a dare il buon esempio.

Una volontà premiata prima dal concorso e poi da questo magico pomeriggio speciale… è valsa la pena attendere qualche mese.
Un’attesa che a breve vedrà premiati anche i due vincitori (Nicola e Giacomo) che avevano scelto la Sampdoria…arriverà sicuramente anche il loro pomeriggio speciale… 

Link al mio album fotografico su Fb

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.