Francesca vola negli USA…

Francesca vola negli USA…

 

12 settembre 2015

Chi, tra gli appassionati di basket, non ha mai sognato di andare a giocare negli USA?
Beh, Francesca, la “nostra” Francesca Facchini, non ha più bisogno di sognare…

 

Link all’articolo

(Beppe D’Amico, per “Il Secolo XIX”)
FACCHINI NEGLI USA, I MAESTRI AMERICANI SI PIGLIANO LA STELLA
La genovese dell’NBA si trasferisce in California
“Felice di questa opportunità, anche per l’inglese”

FRANCESCA FACCHINI, 17 anni, astro nascente del basket nostrano dal talento indiscutibile, lascerà, per il momento, la sua città natale, Genova, per trasferirsi niente meno che presso la prestigiosa, a livello sportivo e non solo, Saint Paul High School di Santa Fe Springs in California, con partenza prevista entro quindici giorni.

Il motivo? Durante il campus internazionale di basket WBSC SuperCamp a Sportilia, la Facchini è stata notata niente meno che dal trio di coach John Saintignon, Sean Sargeant e Damiano Verri che, viste le sue straordinarie doti cestistiche, hanno deciso di portarla a migliorare nella patria stessa del basket, prima in assoluto come under 18 genovese partecipante al WBSC SuperCamp ad avere la chance di andare negli USA dove, si sa, il basket è molto più che venerato.

Insomma, per la Nba Genova che, non più nella prestigiosa A2, continuerà comunque il suo percorso cestistico con il settore giovanile e under, un vero regalo inaspettato, il riconoscimento internazionale di un vivaio di eccellenza che coach Andrea Grandi, che ha visto crescere la Facchini sin dai tempi delle selezioni liguri giovanili, ha voluto come plus per il sodalizio rosanero.
Ma andiamo per gradi.

Francesca, liceale genovese allo scientifico tecnologico, ha la pallacanestro nel Dna, da quando, bambina, rimase folgorata dalla palla a spicchi e, in piene elementari, iniziò i suoi primi palleggi sul parquet dell’Ardita Juventus di Nervi.
La stoffa c’era eccome in abbondanza, e così arriva il momento della Nba e del suo esordio in A2 a 15 anni, sino all’infortunio al ginocchio nella gara di finale regionale Under 19, un lungo stop che le impedì anche, lei già nel giro delle nazionali giovanili, di prendere parte alle gare della nazionale Under 16 nella stessa estate 2014.

Poi il recupero, e ora l’occasione che non ti aspetti.
«Sono molto felice e orgogliosa di questa opportunità che mi è stata offerta dai coach del Camp – ha detto la Facchini- Un sogno che si avvera, perché oltre che dal punto di vista cestistico, sarà una grande esperienza che mi farà crescere e mi permetterà di migliorare il mio inglese. Un enorme grazie a tutti quelli che lo hanno reso possibile e a tutto il WBSC SuperCamp».

Il WBSC SuperCamp, legato alla International Basketball School “Claudio Papini” (soprannominato il “Papo”, per alcuni il più grande insegnante di basket e talent scout italiano, tra l’altro scopritore di Carlton Myers) è uno dei “ritrovi” del basket giovanile (dai 10 ai 20 anni) da 22 anni e si svolge da fine giugno sino a metà luglio a Sportilia, la città dello sport presso Forlì-Cesena costruita in occasione dei Mondiali di Calcio di Italia 1990.
Il WBSC è dunque una occasione, per i giovani giocatori o giocatrici, di imparare il basket e di farsi notare dai “cacciatori” di talenti.

E, niente meno, la Facchini è finita nella prestigiosa rete di coach John Saintignon, guru del basket giovanile americano e di Sean Sargeant, che è l’alter ego di Saintignon, tutte e due quasi di casa a Sportilia.
Per la Facchini, insomma, la soddisfazione impagabile di essere stata scelta da due dei coach più importanti negli States e la gioia di una esperienza uni¬ca in quella California che gli americani stessi considerano, quasi, uno Stato a se, per bellezza, popolazione e Pil.

«Sono felice per Francesca – ha detto coach Grandiso di perdere con lei una pedina fondamentale e insostituibile del settore under, ma l’occasione per lei è davvero irripetibile. Potessi accompagnarla a piedi o a nuoto, lo farei di persona».

LA SCUOLA
Alla Saint Paul la pallacanestro è “esperienza e tradizione”.
A SAINT PAUL High School di Santa Fe Springs, California, è uno dei più blasonati e famosi college cattolici californiani, che ha sempre fatto, come dice il suo motto “L’Esperienza è Tradizione“, dell’insegnamento della cultura e dello sport, pallacanestro in particolare, il suo plus assoluto.
Francesca Facchini vi entrerà con tutti gli onori di una borsa di studio concessale grazie alle sue indiscutibili doti cestistiche.
Ma va detto anche che, a livello di bravura scolastica, la nostra non sfigurerà di certo, visto anche il suo inglese perfetto.

Saint Paul School eccelle non solo nel basket femminile, ma anche nel volley, nel calcio, nel golf e, come ovvio, nel football americano, il tutto con team sia maschili che femminili.
Speriamo solo che Francesca non si distragga con il paesaggio mozzafiato. Santa Fe Springs, infatti, è una delle più belle cittadine della Contea di Los Angeles, con 30° di temperatura media e, vista la vicinanza con la metropoli degli “Angeli” vera Mecca del cinema e dello star system hollywoodiano, le tentazioni extra cestistiche non mancheranno.
Pur restando, per la Facchini, il basket il vero pallino in testa. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.