Ricordando Pippo e Pucci dei Trilli

Ricordando Pippo e Pucci dei Trilli

il ricordo dei due storici fondatori dei “Trilli” ha richiamato all’affollatissima Sala Chiamata del Porto una miriade di grandi musicisti…e non solo..

A 10 e 20 anni dalla loro scomparsa, Giuseppe Zullo (Pippo) e Giuseppe Deliperi (Pucci), storici fondatori del gruppo folk dialettale dei Trilli, sono stati ricordati grazie ad un grande evento musicale e di solidarietà che si è tenuto mercoledì 20 dicembre 2017 alla Sala chiamata del Porto.

Un evento fortemente voluto da Vladi, figlio di Pippo e leader dei nuovi Trilli, con il supporto del Dottor Flavio Gaggero, notissimo dentista genovese amico di molti artisti, e con la direzione artistica di Franco Fasano.

Sul palco si sono alternati moltissimi artisti che hanno dato vita ad una kermesse di oltre tre ore, con un sold out che ha consentito di sostenere economicamente sia la Comunità San Benedetto al Porto di Don Gallo, amico storico dei Trilli, che la Croce Verde Pegliese, presieduta dal Dr. Gaggero.

La presenza, a sorpresa, di Beppe Grillo (con un irresistibile siparietto comico) si è unita a Gino Paoli, Michele, Franco Fasano, Vladi dei Trilli, Piero Cassano (Matia Bazar), i Buio Pesto, Mauro Culotta (Gens), Sergio Morselli, Giampiero Alloisio, Sergio Alemanno, Nico di Palo, Giorgio Usai, Roberto Tiranti, Enrico Lisei, il tenore Daniele Facci, Franca Lai, il giovanissimo (12 anni) fisarmonicista Alessandro Trivigno, i comici Fabrizio Casalino e Carlo Denei, i giovanissimi Lollipop, Olga Rui Marchiò (partecipante allo Zecchino d’oro), Gianni Martini, la band di Max Campioni con Dario Foglino e Daniela Pozzo, i Delirium, Enrico Bianchi, Matteo Merli, i Trallalleri (e sicuramente ne scordo qualcuno…).

Una piacevole sorpresa l’esibizione (molto brillante) di Gabriele Gaggero (figlio di Flavio), raggiunto sul palco dalla prestigiosa presenza (e dai complimenti) di Gino Paoli.

Un significativo successo è stato riscosso da Mauro Culotta (chitarrista dei Gens) che dapprima ha “rockeggiato” un brano della tradizione musicale ligure poi, accompagnato dal percussionista Sergio Morselli, ha eseguito “Aspettando l’alba”, scritta dallo stesso Culotta ed inserita da Mina nel recente album “Selfie”.
Dopo i primi accordi, ai due musicisti si è unito, accompagnandoli al pianoforte, il grande Franco Fasano.

Al termine, sul palco, si sono presentati tutti gli artisti per un mega coro cui si è unita un’entusiasta (e divertita) Paola Bordilli, Assessore, con diverse deleghe, del Comune di Genova.

Una serata, ben condotta da Andrea Schiavi, che resterà impressa a lungo nella memoria dei numerosissimi spettatori che hanno affollato la Sala chiamata del Porto.

(le foto sono state scattate da più o meno metà sala, da seduto…senza possibilità di cambiare angolo di ripresa…e c’era pure ogni tanto l’amico fotografo Emilio Scappini che, in piedi, sotto il palco, mi impallava involontariamente….😀😀😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *