Pianacci, un’altra nuova “magia”…

Pianacci, un’altra nuova “magia”…

Una collina di periferia…un progetto che si sposa con la sensibilità del Comune e dei dipendenti di Costa Crociere… ed ecco che un ex bocciodromo si rinnova e diventa una sala polivalente, anche per atleti disabili…con uno sguardo al passato, nel ricordo di un cittadino impegnato nel sociale ed uno sguardo al futuro, con il taglio del nastro affidato ad un bambino di due anni… tutti questi sono gli ingredienti di una nuova “magia” al Cep, al Circolo Arci Pianacci…

Il 9 luglio 2018 si è tenuta al Pianacci, alla presenza di numerose autorità istituzionali di Regione, Comune, Municipio e Federazioni Sportive l’inaugurazione della rinnovata sala (ex bocciodromo, neo sala “Bruno Foglino”) nella quale, abbattute le barriere architettoniche, è ora garantita la fruibilità per il tiro con l’arco ed altre discipline paralimpiche.

Il 9 luglio 2018 è anche la data in cui Gabriel Demurtas, una presenza costante negli spazi verdi del Pianacci, ha compiuto due anni.

Apparentemente le due cose sembrerebbero assolutamente distinte.

In realtà, durante la cerimonia di inaugurazione, si sono piacevolmente intrecciate, e non è stato l’unico, singolare intreccio.

Ma procedo con ordine.

Mesi fa avevamo presentato alla Fondazione Costa Crociere un progetto (“La periferia fa…centro”), finalizzato all’abbattimento delle barriere architettoniche ancora presenti nell’ex bocciodromo coperto ed in grado quindi di garantire a tutti la fruibilità di questa struttura, destinata a diverse attività tra le quali il tiro con l’arco.

Il tiro con l’arco è disciplina paralimpica e gli spazi della Sala “Bruno Foglino” sembrano proprio pensati ad hoc per la pratica di questo sport; l’abbattimento delle barriere architettoniche e la dotazione di servizi igienici per disabili avrebbe aperto nuove, importanti possibilità per alcune attività paralimpiche in città.

Il progetto ha ottenuto il sostegno di Costa Crociere Foundation che lo scorso Natale, in occasione della strenna natalizia, ha scelto di sostenere proprio questo progetto e, con l’aggiunta di un contributo deliberato dal Comune di Genova, Assessorato allo Sport, la sala è stata quindi completata con la realizzazione sia di uno scivolo che dei servizi igienici a norma per persone disabili.

Si è anche deciso di dedicare la sala a Bruno Foglino, scomparso nel 2005, in ricordo del suo appassionato servizio per la comunità del Cep.

(clicca per ingrandire)

La cerimonia di inaugurazione è stata preceduta da un’esibizione di tiro con l’arco, con la partecipazione, tra gli altri, di atleti del basket in carrozzina (BIC Genova), ed ha coinvolto tutti gli ospiti istituzionali presenti, che hanno colto l’opportunità per un primo divertente approccio a questa inusuale disciplina sportiva. 

All’ex parlamentare Mario Tullo è stata affidata la chiusura della cerimonia, con l’omaggio al ricordo di Bruno Foglino, con il quale molti anni fa ha condiviso esperienze politiche e sociali; un’apposita targa, posizionata all’ingresso della sala, è stata scoperta dai figli Dario ed Ivano e dal nipote Alessandro, visibilmente emozionati. 

Alessandro qualche tempo fa praticava proprio il tiro con l’arco.
Ed è toccato a lui scoccare la prima freccia dopo l’inaugurazione; una prima freccia che è stata anche l’ultima per il suo arco, donato al Circolo Pianacci unitamente alla faretra.

Il taglio del nastro con Gabriel
(clicca per ingrandire)

Non ha tradito emozione invece il piccolo Gabriel che nel giorno del suo secondo compleanno si è dovuto occupare del taglio del nastro tricolore, sostenuto ai lati dall’Assessore Paolo Fanghella e dal Segretario di Costa Crociere Foundation Davide Triacca.

Le migliorie che gradualmente si stanno portando alla struttura gestita dal Circolo Pianacci hanno anche l’obiettivo di garantire un’offerta sempre più completa alle future generazioni del quartiere, ieri simbolicamente rappresentate da Gabriel. 

In tutti gli interventi istituzionali è stata sottolineata l’importanza di un progetto di questo genere, che riesce a coniugare sport, periferie, volontariato ed attenzione alle diverse abilità; nel corso del suo intervento Dario Della Gatta, Vice Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Liguria, ha anche ipotizzato l’uso della sala “Bruno Foglino” per la pratica delle bocce per disabili, specialità paralimpica alla quale partecipano anche atleti colpiti da patologie neurologiche (cerebrolesi, tetraplegici ecc).

Ed anche questo sarebbe un singolare intreccio, una sorta di “chiusura del cerchio”: il vecchio ex bocciodromo che si rinnova ed ospita un’innovativa “versione” del gioco delle bocce, impensabile fino a qualche anno fa.

E’ stata una bella, significativa festa che segna un nuovo, importante tassello nel percorso del Circolo Pianacci che gestisce un’area di 16000 mq ora completamente priva di barriere architettoniche.

La dedica a Bruno Foglino, nel ricordo del suo appassionato servizio per la comunità del Cep, è il segno distintivo del percorso del Circolo Pianacci, che guarda sempre in avanti mantenendo però ben vivi lo sguardo e la memoria verso chi, in questa periferia cittadina, ha saputo dare, anche in momenti difficili, un concreto esempio di cittadinanza attiva.

Bruno Foglino

Bruno Foglino
(clicca per ingrandire)

Bruno Foglino (1928-2005) inizia a lavorare a 16 anni come apprendista falegname; nel 1950 viene assunto dalla Società di Trasporti (UITE) come bigliettaio. 

Nel 1956 inizia la sua attività sindacale, che si svilupperà fino a diventare membro della Segreteria Provinciale Autoferrotranvieri della CGIL, coniugando lavoro e sviluppo economico con diritti dei lavoratori e qualità della vita. 

Trasferitosi a vivere nel quartiere del CEP alla fine degli anni 70 è protagonista di molte battaglie per dare “cuore ed identità” ad un quartiere nato sulla esigenza drammatica abitativa che viveva Genova in quel periodo. 

Molte battaglie contro lo spaccio di droga e contro ogni forma di violenza portano il suo nome, così come l’impegno a dotare il quartiere di servizi e di spazi sociali.

 

All’inaugurazione sono intervenuti:

Stefano Balleari, Vice Sindaco di Genova;  Sonia Viale, Vice Presidente Regione Liguria; Paolo Fanghella, Assessore ai Lavori Pubblici Comune di Genova; Ilaria Cavo, Assessore Regionale allo sport; Claudio Chiarotti, Presidente Municipio VII Ponente; Matteo Frulio, Assessore Municipio VII Ponente; Fabio Ariotti, Consigliere Comunale; Davide Triacca, Segretario generale Costa Crociere Foundation; Roberto Gotelli, Presidente Onorario FitArco Liguria; Mario Canepa, Delegato provinciale FitArco; Dario Della Gatta, Vice Presidente Comitato Italiano Paralimpico; Don Giorgio Rusca, Parroco Parrocchia Maria Madre del Buon Consiglio; Mario Tullo, Ex parlamentare; Claudio Puppo, Presidente Regionale Consulta per l’Handicap.

(l’autore delle foto, salvo diversa indicazione, è Giorgio Scarfì

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WordPress Anti Spam by WP-SpamShield