La sfiga non si sfida…

La sfiga non si sfida…

quando la sfiga ti  manda segnali inequivocabili, meglio non ignorarli…

Io e Susanna abbiamo preso una decisione drastica: la meta della nostra imminente vacanza non sarà Cuba…

Troppi ormai i “segnali negativi”, ed il mio assoluto rispetto per la scaramanzia mi invita a scegliere un’altra meta…

Riassumo:
1) dicembre 2015, partenza per Cuba programmata per il 29. La mattina del 28 veniamo raggunti da una triste notizia, è mancato un mio carissimo cugino, che viveva da diversi anni da solo a Corsico, nell’hinterland milanese. Per me era quasi un fratello maggiore…la vacanza fu disdetta immediatamente senza alcun tentennamento

2) venerdì 23 febbraio 2018, ci rechiamo in agenzia viaggi (Elvy Tours a Pra’, la “nostra” agenzia preferita) per la prenotazione di una vacanza a Cuba per festeggiare i nostri 30 anni di matrimonio. Si definiscono alcune ipotesi, ci diamo appuntamento per lunedì 26 per la scelta definitiva. Lunedì 26, la mattina, sono invece al Pronto Soccorso, causa distorsione al ginocchio sinistro. Dopo la RMN si paventa la possibilità di un intervento chirurgico, scongiurata fortunatamente il giorno successivo, ma occorrerà attendere almeno una settimana per verificare gli eventuali miglioramenti. Sospendiamo di nuovo la prenotazione…

3) La situazione migliora ed il 2 marzo sentiamo nuovamente Fulvia, l’amica dell’agenzia viaggi. Lunedì 5 o martedì 6 saremmo passati da lei per prenotare, finalmente, la nostra vacanza. Sabato 3 marzo il mio intestino è vittima di un probabile virus intestinale, disturbo che prosegue tuttora…

Sembra veramente una maledizione, ogniqualvolta si cerchi di andare a Cuba capita qualche imprevisto…

Lo interpretiamo come un segnale ben preciso: c’è per noi una cappa di sfiga su questa nostra meta…

Ed occorre farsene una ragione, la sfiga non si sfida…
cambieremo meta.. in pole position l’isola di Antigua o il Messico, con la stupenda Playa del Carmen, vicina alle splendide testimonianze della civiltà Maya…

oddio, il Messico è famoso per la “vendetta di Montezuma”, che colpisce inesorabilmente l’intestino dei viaggiatori…

vabbè, sotto questo aspetto ho già dato… però…

sfidare anche Montezuma??? mah…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WordPress Anti Spam by WP-SpamShield